Cronaca

Nardò-Nocerina, lancio di bottiglie e pietre contro la polizia: arrestati due ultras

I fatti sono avvenuti nella giornata di domenica, durante la partita contro il Nardò, in provincia di Lecce

Lancio di bottiglie e pietre contro gli agenti della Polizia, sono stati arrestati due ultras della Nocerina. Lo riporta il Mattino. I fatti sono avvenuti nella giornata di domenica, durante la partita contro il Nardò, in provincia di Lecce.

Lancio di bottiglie e pietre contro la polizia: presi due tifosi della Nocerina

Lancio di bottiglie e pietre contro gli agenti, sono stati arrestati e posti ai domiciliari due ultras della Nocerina. I fatti si sono svolti nella giornata di domenica, durante la partita contro il Nardò, in provincia di Lecce.

I due, S.B. e G.C., entrambi incensurati e residenti a Nocera, dovranno rispondere di lancio di materiale pericoloso e resistenza a pubblico ufficiale. Questa mattina compariranno davanti al gip per la convalida dell’arresto.

La dinamica

I fatti si sono svolti al termine della gara valevole per il campionato di Serie D che ha visto scontrarsi la compagine locale, il Nardò, e quella salernitana, la Nocerina. La gara finisce con un pareggio: un 2-2.

Allo stadio erano presenti circa 1000 spettatori, dei quali 130 provenienti dalla provincia di Salerno. Tutto è iniziato con insulti e provocazioni scambiate tra le due tifoserie. Ad accendere il fuoco sarebbe stata la carica degli 80 tifosi locali, che dal settore casa si sono spostati al settore ospiti con volti coperti da cappuccio e mazze. Al termine della partita, i cancelli tra le due tifoserie erano caduti e ci si poteva sfidare a viso aperto. L’intervento delle forze dell’ordine ha evitato il contatto diretto tra le due compagini ma non il ferimento di alcuni agenti. Infatti nell’aggressione da parte dei due soggetti 12 agenti sono rimasti feriti. Nessuno ha riportato gravi conseguenze.

Articoli correlati

Back to top button