Non voleva fare la fila, sfascia un ufficio pubblico. È successo a Mercatello

SALERNO. Ancora un’aggressione in un ufficio pubblico. È successo ieri all’anagrafe di via Tanagro, a Mercatello. Un uomo di 37 anni, R.C., è stato arrestato dai carabinieri, identificato e rintracciato dopo aver dimenticato delle foto tessere sul bancone dell’ufficio. Le aveva lasciate lì per avere le mani libere e poter così sfasciare più comodamente l’ufficio.L’uomo, […]

SALERNO. Ancora un’aggressione in un ufficio pubblico. È successo ieri all’anagrafe di via Tanagro, a Mercatello. Un uomo di 37 anni, R.C., è stato arrestato dai carabinieri, identificato e rintracciato dopo aver dimenticato delle foto tessere sul bancone dell’ufficio. Le aveva lasciate lì per avere le mani libere e poter così sfasciare più comodamente l’ufficio.L’uomo, condotto nella serata di ieri ai domiciliari in attesa della direttissima di questa mattina, proviene da una famiglia della zona Irno piuttosto nota e anche lui è persona conosciuta dai carabinieri che sono così riusciti a identificarlo in poco tempo, quindi a rintracciarlo per strada e arrestarlo.
Una manciata di minuti di follia e l’ufficio è stato sfasciato dal 37enne che pretendeva di non rispettare la fila ed essere subito sbrigato. Andava di fretta e non voleva aspettare.

TAG