Eventi e cultura

Notte di San Lorenzo 2022, i posti migliori per vedere le stelle cadenti a Salerno e provincia

Notte di San Lorenzo 2022, dove vedere le stelle cadenti a Salerno: ecco tutti gli eventi e i luoghi per assistere allo spettacolo

Dove vedere le stelle cadenti a Salerno e provincia Diversi gli eventi, soprattutto nella provincia di Salerno in vista della notte di San Lorenzo, anche nota come notte delle stelle cadenti. Il 10 agosto, dunque, tutti con il naso all’insù per ammirare lo spettacolo delle stelle cadenti e magari provare ad esprimere un desiderio. La condizione irrinunciabile per non perderle è trovarsi in un luogo buio, lontano dalle luci dei centri abitati. E quest’anno, assicurano gli esperti, lo spettacolo è assicurato.

Notte di San Lorenzo, dove vedere le stelle cadenti a Salerno

Anche in provincia di Salerno ci sono numerosi posti da cui vedere le stelle cadenti. Uno di questo è il Pianoro di Ciolandrea, nella località di San Giovanni a Piro. Si tratta di un piccolo tesoro del Cilento, da cui è possibile osservare il meraviglioso Golfo di Policastro e un cielo gremito di stelle.

C’è poi il lungomare di Acciarioli, tra i borghi più belli d’Italia e del Cilento. Per l’occasione, si organizzano osservazioni delle stelle con i telescopi delle stelle, dei pianeti e della Via Lattea. Sempre in Cilento, si può scegliere Pioppi o la Baia di Trentova, ad Agropoli. Infine, consigliamo il Monte Tubenna, dove dall’alto del golfo salernitano tra il silenzio più assoluto e l’oscurità della notte si ammira il suggestivo scenario di stelle cadenti.

Notte di San Lorenzo, dove vedere le stelle cadenti in Campania

La Luna infatti si farà da parte per non disturbare e la poggia delle stelle cadenti dell’agosto 2022 promette di essere spettacolare, fino a raggiungere picchi di 100 meteore l’ora. Tanti gli appuntamenti organizzati in tutta Italia dalle associazioni di astrofili e appassionati del cielo.

E se è vero che le stelle cadenti si possono vedere in teoria in qualunque periodo dell’anno, in questi giorni la concentrazione di sciami è più alta per via della posizione della Terra, che in questo momento attraversa una zona dello spazio in cui queste polveri sono lasciate da una cometa.

Articoli correlati

Back to top button