Nozze davanti ai templi di Paestum? “Il regolamento non lo prevede”

pasta amato

La delibera del consiglio comunale di Capaccio Paestum di poter celebrare nozze davanti al municipio e nell'area dei Templi è stata bocciata, nella giornata di ieri, da parte del direttore del Parco, Gabriel Zuchtriegel

CAPACCIO PAESTUM. La delibera del consiglio comunale di Capaccio Paestum di poter celebrare nozze davanti al municipio e nell’area dei Templi è stata bocciata, nella giornata di ieri, da parte del direttore del Parco, Gabriel Zuchtriegel.

Nozze davanti ai templi di Paestum? I dettagli

Una previsione che trova il freno dal direttore, Gabriel Zuchtriegel: «Niente matrimoni nei templi di Paestum», dice seccamente. E lo spiega: «Il regolamento del Parco non prevede in nessun modo la celebrazione del rito civile all’interno dell’area di competenza, in quanto ritenuta non idonea con la mission e la fruizione del sito».

Quella che, però, ieri era una chiusura piuttosto netta, oggi, secondo quanto riporta Il Mattino, sembra una discussione comunque aperta tra il sindaco di Capaccio Paestum ed il direttore, perché ieri mattina i due si sono incontrati proprio per discuterne.

La possibilità di celebrare nozze nei templi sarebbe contenuta, infatti, già in un protocollo d’intesa del marzo 2016 tra Comune e Parco, così come indica la delibera consiliare.

I costi

Celebrare le nozze fuori dal proprio municipio costerebbe 500 euro per i residenti, 750 per i non residenti, mentre 1500 euro è invece il costo per un “sì” nell’area dei Templi, a cui aggiungere i costi richiesti dal Parco

Il bando

Il Comune ha previsto i costi ed ha pubblicato un bando perché anche altri luoghi di pregio, stabilimenti balneari o strutture ricettive richiedano la possibilità del “sì” in queste location.

Entro il prossimo 23 marzo potranno far domanda.

Sarà poi il Comune a verificare tutti i requisiti e stilare un elenco a cui i futuri sposi potranno attingere per scegliere il luogo delle proprie nozze. Resta in ogni caso da definire la possibilità di utilizzo dell’area dei templi.

TAG