Occhio al Food: l’italo-americano Pasquale Di Maio al Campionato Pizza DOC

sta viaggiando in queste ore verso l’Europa, e poi verso Napoli, Pasquale Di Maio, uno dei pizzaioli napoletani più conosciuti all’estero.

Manca davvero poco al più famoso evento pizza di Salerno, il Campionato Pizza DOC, giunto ormai alla sua 5° edizione. Lunedì 12 e martedì 13 Novembre 2018 si terranno le gare e le premiazioni presso l’Area fieristica di Nocera Inferiore.



Ogni anno sempre meglio organizzato, più curato nei dettagli e più attento alle esigenze e ai diritti dei pizzaioli partecipanti.

Quest’anno gli organizzatori, a capo dei quali troviamo Antonio Giaccoli, si sono superati: non più solo partecipazioni e ospiti dall’Europa, ma addirittura oltreoceano.

Infatti sta viaggiando in queste ore verso l’Europa, e poi verso Napoli, Pasquale Di Maio, uno dei pizzaioli napoletani più conosciuti all’estero, in particolar modo negli U.S.A.



Pasquale nasce a Posillipo, figlio di impiegato bancario, di cui segue le orme, coltivando sempre la sua passione per il food (anche perché ha in famiglia parenti che a suo tempo lavoravano nella ristorazione).

Dopo anni di lavori bancari decide di dare un taglio a quella vita così monotona, e da lì decide di fare un viaggio in America da uno zio titolare di due ristoranti, a Minneapolis (Minnesota). Giorno dopo giorno, la sua vacanza diventa il suo lavoro.



La passione per la pizza era nata già precedentemente, quando lavorava in una pizzeria a Mondragone, la Virgilio’s pizza, dove i suoi si trasferirono per motivi di lavoro. Dopo anni di studi sul mondo culinario, comprende che la pizza era l’alimento che lo prendeva e affascinava di più, e da lì si è sempre documentato da autodidatta.



Arrivato in America, inizia a lavorare nei ristoranti come sala, poi cucina, iniziando a fare vari lavori. Si accorse che i suoi piatti iniziavano a trovare riscontro da parte dei clienti, così, 14 anni fa, si immerge totalmente nel mondo della ristorazione.

Dopo un mesetto rientra in Italia, ma il suo pensiero era sempre in America dopo l’esperienza fatta dallo zio, che gli aveva promesso di dargli una mano se mai avesse deciso di tornare in America. Così lasciò la banca, inimicandosi con questa decisione tutti i parenti.

E poi 7 anni fa dà vita alla “Vesuvio’s Catering”, attività grazie alla quale riesce a portare un prodotto delle nostre terre in collaborazione con la moglie e i dipendenti. Pasquale fa la cucina povera napoletana, come polpette, pizza napoletana, anche se grazie alla lunga sperimentazione cui si è dedicato sa fare un po’ di tutto.



Pomodoro, mozzarella, salumi, formaggi, olive e olio sono i prodotti che importa dall’Italia, principalmente dalla Campania, ma anche dal Salento.

Arriverà in Italia il 7 novembre principalmente per riabbracciare la famiglia, per fare degli aggiornamenti sulla pizza e sulla cucina italiana, e parteciperà anche come giudice di gara al Campionato Pizza Doc di Nocera Inferiore.



Grazie al suo carisma, ogni suo lavoro sta diventando un vero e proprio trend: quando Pasquale propone qualcosa, trova subito partnership.

Tanti i progetti futuri: l’Italia sarà sempre presente nei suoi progetti; il mondo pizza viaggerà sempre con lui. Nello stato del Minnesota, è quello più conosciuto per la pizza napoletana per gli eventi speciali, tramite il nome della sua Vesuvio’s; partito da zero, è andato in giro e ha accontentato tutti i palati, ricevendo sempre apprezzamenti dai clienti: “essendo italiano, per di più di Napoli, guadagnavo clienti anche facilmente” mi ha confessato.

Non ci resta che attendere il suo arrivo e poter fare la sua conoscenza in occasione del Campionato di Salerno!

TAG