Cronaca

Offese ai carabinieri di Eboli, il caso finisce in Parlamento

Offese ai carabinieri di Eboli. Le accuse che il presidente del consiglio comunale Fausto Vecchio avrebbe rivolto alla compagnia dei carabinieri di Eboli finiscono al centro di un’interrogazione parlamentare.

Offese ai carabinieri di Eboli, il caso

A chiedere l’intervento del ministero dell’Interno è Fratelli d’Italia, attraverso il Questore della Camera dei Deputati Edmondo Cirielli. I fatti si sarebbero verificati lo scorso 3 ottobre, durante il consiglio comunale quandoVecchio avrebbe evidenziatoproblematiche concernanti lasicurezza territoriale dichiarando – stando a quanto si legge nell’interrogazione presentata dall’onorevole Cirielli
– «sembra che le Forze dell’Ordine abbiano perso un po’ il controllo della situazione, parlando con i cittadini lasensazione pare proprio questa; è la percezione che si ha in periferia, dove c’è il FarWest; sul territorio c’è una forte paura nell’uscire di notte a causa dello spaccio di bande di teppisti che compiono scorribande al loro piacimento; per non parlare del centro storico che è incontrollato ed è meta durante la notte di extracomunitari – che spero vengano censiti perché non si sa se sono regolari o irregolari –; poi ci sono organizzazioni  che perseguono il loro business, incontrollati ed indisturbabili; mentre il Comandante della Compagnia dei Carabinieri in persona è impegnato nelle misurazioni degli spazi antistanti a qualche fabbricato […] mi sembra un episodio che meriterebbe di essere discusso probabilmente davanti al comando provinciale dei carabinieri, al Prefetto, al Questore, alle autorità superiori.

Una vera vergogna, tanto rumore per nulla». Secondo Cirielli, infatti, le affermazioni del presidente del consiglio comunale di Eboli contro la compagnia dei carabinieri del territorio risultano essere di estrema gravità, soprattutto alla luce dell’impegno che la stessa pone in essere quotidianamente nell’accertamento di qualsiasi violazione, con immensi sacrifici e spirito di abnegazione ragion per cui chiede al ministero dell’Interno di intervenire nell’immediato per mettere in campo tutte le azioni volte a tutelare la legalità e a garantire il sostegno all’Arma dei carabinieri in relazione a simili episodi. «Un ringraziamento va all’onorevole Cirielli per aver ascoltato le esigenze del territorio che conosce bene», ha dichiarato il consigliere d’opposizione Damiano Cardiello secondo cui l’interrogazione presentata «costituisce un atto importante per far capire al signor Vecchio che si deve dimettere senza se e senza ma».

Per Cardiello, infatti, si è trattato di un attacco «di inaudita gravità, di mancato rispetto istituzionale che anche il prefetto
dovrà valutare». Il consigliered’opposizione chiede, inoltre, alla maggioranza di prendere atto di quanto dichiarato dal presidente del consiglio comunale.

Articoli correlati

Back to top button

Individuato Adblock




Per visualizzare il sito
Disattiva AdBlock

L'Occhio Network è un giornale gratuito e per coprire le spese di gestione la pubblicità è l'unica fonte di sostegno.
Se vuoi che L'Occhio Network continui ad essere fruibile gratuitamente non bloccare le pubblicità.
Grazie di supporto