Olevano sul Tusciano: l’opposizione denuncia il degrado delle ville comunali e dei parchi giochi

olevano-sul-tusciano-denuncia-degrado-ville-comunali

Olevano sul Tusciano: l'opposizione denuncia il degrado delle ville comunali e dei parchi. I consiglieri di minoranza hanno scritto una nota al Sindaco

Olevano sul Tusciano: l’opposizione denuncia il degrado delle ville comunali e dei parchi gioch. A tal proposito, questa mattina, i consiglieri comunali di minoranza Michele Ciliberti, Giusy Pastorni e Giusy Fierro, hanno scritto una nota ufficiale al Sindaco Michele Volzone.

Olevano sul Tusciano: l’opposizione denuncia il degrado delle ville comunali

I parchi giochi delle tre ville comunali di Olevano sul Tusciano, si presentano ormai usurati ed in precarie condizioni, tanto che diversi genitori, anche attraverso i social, si sono lamentati con l’Amministrazione comunale, di questa incresciosa situazione.

La denuncia

A tal proposito, questa mattina, i consiglieri comunali di minoranza Michele Ciliberti, Giusy Pastorni e Giusy Fierro, hanno scritto una nota ufficiale al Sindaco Michele Volzone.

La richiesta al sindaco

Il gruppo consiliare “Olevano Viva”, in particolare, raccogliendo l’istanza dei genitori dei bambini frequentanti le aree ludiche olevanesi, hanno chiesto al primo cittadino, un intervento di pianificazione, finalizzato all’acquisto di nuove attrazioni, in modo da rendere più moderne le Ville Comunali di Ariano, Monticelli e Salitto.

Le parole del capogruppo Ciliberti

“Come sosteneva Paulo Coelho – afferma il capogruppo Ciliberti – Un bambino può insegnare sempre tre cose ad un adulto: A essere contento senza motivo, a essere sempre occupato con qualche cosa, a pretendere con ogni sua forza quello che desidera. Dopo tanti anni, anche in occasione della ripresa post Lockdown, abbiamo chiesto al Sindaco di pianificare un intervento di ammodernamento delle aree giochi. – conclude Ciliberti – La riqualificazione delle aree pubbliche, per noi di Olevano Viva resta uno dei perni principali dell’azione politica del nostro impegno istituzionale”.

TAG