Omicidio Ciro D’Onofrio: il nome del killer

omicidio-donofrio-salerno-siniscalchi-rito-abbreviato

Salerno, individuato l'autore dell'omicidio di Ciro D'Onofrio, ucciso a colpi di pistola il 30 luglio 2017 davanti all'Asl di Pastena

Salerno, è stato individuato l’autore dell’omicidio di Ciro D’Onofrio, ucciso a colpi di pistola il 30 luglio 2017 dinanzi alla sede dell’Asl di Pastena. Il killer è Eugenio Siniscalchi.

Salerno, il nome del killer di Ciro D’Onofrio

Dopo due anni, ha un nome ed un volto il killer che quella sera di luglio, erano circa le 23, a bordo di un ciclomotore, ha premuto il grilletto in direzione di Ciro D’Onofrio.

Si tratta di Eugenio Siniscalchi, incastrato grazie all’esame delle celle telefoniche della zona, che hanno ricostruito i movimenti dell’uomo e del fratello,  partiti da San Mango Piemonte con il chiaro intento di colpire.

Le prove schiaccianti

Dopo l’omicidio, Siniscalchi e il fratello sarebbero fuggiti verso Giffoni, tra le fonti di prova acquisite anche le dichiarazioni rese da una persona che conosceva l’assassino e la vittima.

Questa persona avrebbe riferito che, il killer, a giorni di distanza dall’omicidio, si sarebbe vantato della commissione dell’attentato e della riuscita dell’agguato.

Siniscalchi è stato raggiunto in carcere dal provvedimento di fermo, in quanto già gravato da precedenti per possesso e spaccio di droga.

L’agguato

Probabilmente quella sera Ciro D’Onofrio aveva appuntamento con i killer. Appena giunto in viale Kennedy, a bordo del suo motorino, l’uomo non ebbe neppure il tempo di sfilarsi il casco.

Secondo la ricostruzione, D’Onofrio si sarebbe subito accorto dell’agguato ma non avrebbe fatto in tempo a mettere in moto il suo Piaggio Free e fuggire.

Così, dopo aver corso per pochi metri, sarebbe stato raggiunto dai proiettili, proprio mentre cercava aiuto ai presenti dinnanzi al chiosco.


LE INTERCETTAZIONI


 

TAG