Cronaca

Omicidio D'Onofrio, nessuno ha visto niente: si valuta la pista "regolamento conti"

SALERNO. Proseguono le indagini della Questura di Salerno per risalire al movente e al mandante o ai mandanti dell’omicidio di Ciro D’Onofrio, il pregiudicato di Matierno freddato a colpi di pistola nella serata di domenica in viale Kennedy a Pastena. Per adesso la svolta non è ancora arrivata, tante le persone presenti al momento del delitto, ma tutti dichiarano di non aver visto nulla, solo di aver udito tre spari.

Gli inquirenti non escludono alcuna pista, il questore Pasquale Errico parla di “regolamento di conti”, si lavora per trovare il movente.

La dinamica

Come racconta il portale SalernoToday, l’uomo si trovava a bordo dello scooter Piaggio Free ed è stato raggiunto da tre colpi di pistola, gli stessi sparati a distanza ravvicinata. L’uomo indossava il casco ma è morto all’istante. L’ultimo colpo, sparato ad altezza spalle, sarebbe stato fatale. Una prima ricostruzione ha mostrato che il pregiudicato avrebbe compiuto qualche passo prima di cadere a terra.

Accertamenti

Nelle prossime ore, si attende che venga svolta l’autopsia sul cadavere, verranno così visionate le immagini delle telecamere della vicina sede Asl, situata a pochi metri dal luogo in cui si è verificato l’efferato omicidio.

 

 

 

 

Articoli correlati

Back to top button