Capaccio Paestum, la ricostruzione dell’omicidio di Francesco De Santi

omicidio-francesco-de-santi-ricostruzione

I dettagli sull'omicidio di Francesco De Santi: la ricostruzione dell'omicidio che ha portato alla morte del 33enne di Capaccio

Spuntano dettagli sull’omicidio di Francesco De Santi, 33enne ucciso nella notte tra sabato e domenica dal 25enne Vincenzo Galdoporpora, noto a Capaccio Paestum come “il brasiliano”.

I dettagli sull’omicidio di Francesco De Santi

Come scritto da Angela Sabetta su vocedistrada, la Procura di Salerno sta lavorando sui dettagli emersi da alcune testimonianze raccolte dagli inquirenti, compresa quella dello stesso Galdoporpora. Si attende anche il risultato dell’esame autoptico che aiuterà a ricostruire quanto accaduto.

La ricostruzione

Quando De Santi, la vittima, è arrivato al bar di Torre di Mare, Galdoporpora si trovava già sul posto e pare che fosse in compagnia di una donna. A quel punto, tra i due protagonisti della vicenda è nata una scaramuccia con Francesco che avrebbe rimproverato Vincenzo per un litigio.

La lunga discussione è degenerata e come dichiarato da alcuni testimoni e dallo stesso Galdoporpora, sarebbe stata tirata in ballo la sorella di Vincenzo, con la quale De Santi aveva avuto una relazione. I toni si sono alzati ulteriormente e così Galdoporpora ha accoltellato De Santi: prima però Vincenzo è andato a prendere un coltello a casa di un amico che lo ospitava di tanto in tanto.

L’omicidio

Tornato al bar, Galdoporpora ha mostrato a De Santi l’arma al fine di spaventarlo ma la discussione non è finita, anzi. De Santi è stato colpito prima al fianco sinistro: quattro fendenti in totale, fatale quello al cuore. Prima di andare via Galdoporpora avrebbe detto ai presenti di chiamare l’ambulanza.

TAG