Cronaca

Omicidio di un indiano a Palomonte: c’è un indagato

Omicidio di un indiano in un bosco a Palomonte: c’è un indagato. Si tratta di un 37enne connazionale della vittima. Nel corso delle indagini dei carabinieri, sono stati posti sotto sequestro l’auto in uso all’indagato e il telefono.

Fatto a pezzi un indiano a Palomonte, indagato 37enne per omicidio

I resti di un uomo furono trovate nel febbraio dello scorso anno da due cani di una allevatrice. La vittima fu identificata come Gurinder Sing, di 35 anni, di origine indiana.

I cani, inizialmente trovarono solo il teschio. La donna allertò dunque i carabinieri che ritrovarono gli altri resti, in stato di decomposizione a ridosso del Vallone Vonghia al confine con Contursi. L’autopsia e gli esami sul corpo hanno ora permesso di ricostruire quanto avvenuto e di arrivare all’identificazione della vittima.

I resti del cadavere sono ancora presso l’obitorio dell’ospedale Santa Maria della Speranza di Battipaglia. L’uomo potrebbe essere stato ucciso e poi gettato nel Vallone per occultarne il cadavere. Aperto un fascicolo contro ignoti per omicidio.

Le indagini

Ora c’è un indagato: un 37enne connazionale della vittima è stato iscritto nel registro degli indagato della Procura di Salerno. Sarebbe il presunto killer di Gurinder Sing, trovato morto l’8 febbraio dello scorso anno in contrada Paluda.

Secondo le prime informazioni, la vittima lavorava con la vittima in un’azienda bufalina a Sicignano degli Alburni. Sotto sequestro l’auto e il telefonino. Indagini in corso per chiarire il movente.

Alessia Benincasa

Alessia Benincasa, giornalista del network L'Occhio, è esperta in cronaca nera, politica e inchieste.

Articoli correlati

Back to top button