Omicidio Iolanda a Sant’Egidio del Monte Albino: inizia il processo contro i genitori

omicidio-iolanda-processo

Omicidio Iolanda a Sant'Egidio del Monte Albino: inizia il processo contro i genitori presso la Corte d'Assise di Salerno. Ecco la testimonianza

Omicidio Iolanda a Sant’Egidio del Monte Albino: inizia il processo contro i genitori presso la Corte d’Assise di Salerno. Ecco la testimonianza.

Al via il processo per la morte di Iolanda

Ha avuto inizio nella giornata di ieri il processo per la morte della piccola Iolanda presso la Corte d’Assise di Salerno: davanti ai giudici si sono presentati i genitori Giuseppe Passariello di Pagani e la madre Imma Monti, anche lei dell’Agro.

Come riporta “Salerno Today”, la bambina di soli 8 mesi è deceduta nella tragica notte del 21 giugno 2019. Stando alle indagini emerse dall’autopsia la bambina sarebbe stata soffocata, dopo essere stata vittima di maltrattamenti durati per circa tre settimane.

Il racconto del vice questore di Nocera Inferiore

Ascoltato il vice questore della Polizia di Nocera Inferiore, Luigi Amato, il quale ha ricostruito le varie fasi dell’inchiesta dopo aver interrogato i genitori di Iolanda. La madre aveva inizialmente imputato le responsabilità della tragedia al marito, senza però riuscire a spiegare i reali motivi delle violenze e sei segni da essere generati. Il padre, invece, dice di essersi preso cura della figlia ma di non averla portata dal medico per una visita.

A peggiore la loro posizioni c’hanno pensato le intercettazioni ambientali, durante le quali Passariello ha detto “l’omicidio l’abbiamo fatto”. Queste e altre frasi hanno indotto gli addetti ai lavori nel disporre la misura cautelare del carcere per entrambi.

 

TAG