Cronaca

Omicidio della prostituta Mariana: dissequestro della salma e nuove indagini

SALERNO. Dopo due anni, la salma di Marina, la giovane prostituta uccisa nel 2016, è stata rilasciata. Intanto la Procura di Salerno ha lanciato un nuovo filone di indagini.

Rilasciata dopo due anni la salma di Marina: la Procura chiede la proroga per nuove indagini sull’omicidio

Omicidio di Mariana Tudor Szekers, parte un nuovo filone di indagini per la prostituta uccisa il 15 maggio 2016 a Salerno e ritrovata in un terreno tra via San Leonardo e via dei Carrari.

Come riporta il quotidiano “Il Mattino”, la Procura sta cercando di ottenere una proroga per arrivare a un punto di svolta. Nel frattempo, è stato disposto anche il dissequestro della salma della donna, tenuto per diverso tempo all’obitorio dell’ospedale San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona di Salerno. Per quanto riguarda il probabile responsabile del delitto, si continua a indagare su Carmine Ferrante, 36enne muratore di Vietri sul Mare già condannato in passato per il delitto di una prostituta bulgara nei pressi del cimitero di Pagani. Al momento, a incastrare Ferrante sono stati i risultati i test del dna, trovato compatibile con quello riscontrato nel corpo della 19enne Mariana Tudor Szekers, un indizio che lascia intendere che sia stato lui l’ultimo cliente della giovane prostituta prima di morire.

 

Pasquale De Prisco

Nato a Napoli il 16 maggio 1986 e residente a Pagani (Sa). Laurea triennale in Lettere presso Università degli Studi di Salerno. Laurea Magistrale in "Informazione, Editoria, Giornalismo" presso Università degli Studi Roma Tre. Ho collaborato con i quotidiani "Le Cronache" e "La Città". Ho lavorato per "MediaNews24", "Blasting News". Blogger del sito "La Puteca di Pakos".

Articoli correlati

Back to top button