Senza categoria

Omicidio Vassallo: “il brasiliano” presto estradato in Italia

POLLICA. Sono in corso le procedure di estradizione di Bruno Huberto Damiani, indagato per l’omicidio del sindaco di Pollica, Angelo Vassallo, freddato con nove colpi di pistola mentre rientrava a casa.

L’uomo noto come “il brasiliano“, attualmente detenuto a Bogotà, sarebbe dovuto comparire dinanzi ai giudici della terza sezione penale dove è in corso il processo per estorsioni commesse ai danni di alcune attività commerciali di Salerno. A causa dell’assenza di Damiani, quest’ultimo è stato aggiornato a marzo.

L’indagato si è dichiarato non colpevole dell’omicidio del sindaco pescatore, ma ci sono testimonianze che confuterebbero la sua non estraneità alla vicenda. Tra tutte, quella di un carabiniere che si trovava ad Acciaroli il quale avrebbe visto Damiani in compagnia di altre due persone aggirarsi nei pressi del bar in cui si era fermato Vassallo. Inoltre aveva notato anche uno strano viavai sul marciapiedi dirimpetto che avrebbe potuto far pensare ad un modo per controllare gli spostamenti del sindaco.

Il legale di Damiani ha dichiarato alla stampa che l’autorità colombiana ha firmato il nullaosta, avviando la procedura per l’estradizione.

Tocca ora al ministero italiano competente controfirmare e rendere effettivo il rientro dell’uomo in Italia.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button