Omicidio Vassallo, prima del delitto il brasiliano fu accoltellato

POLLICA. Si continua ad indagare nella vita di Bruno Humerto Damiani, meglio conosciuto come ‘il brasiliano’ che sembra sia legato all’omicidio del sindaco Angelo Vassallo. L’Antimafia sarebbe in possesso di alcune carte relative ad altre inchieste che riguardano l’uomo, attualmente detenuto a Bogotà, in Colombia, per spaccio di droga. Il sostituto procuratore dell’Antimafia Rosa Volpe pare […]

POLLICA. Si continua ad indagare nella vita di Bruno Humerto Damiani, meglio conosciuto come ‘il brasiliano’ che sembra sia legato all’omicidio del sindaco Angelo Vassallo. L’Antimafia sarebbe in possesso di alcune carte relative ad altre inchieste che riguardano l’uomo, attualmente detenuto a Bogotà, in Colombia, per spaccio di droga. Il sostituto procuratore dell’Antimafia Rosa Volpe pare sia venuta a conoscenza di un ricovero di Damiani, nell’agosto 2010 e precisamente pochi giorni prima dell’assassinio del sindaco pescatore, in ospedale a Vallo della Lucania. Il brasiliano si presentò al pronto soccorso del nosocomio San Luca alle prime ore del mattino, con una ferita di arma da taglio tra glutei e coscia.
Il giovane raccontò ai medici prima e ai carabinieri di esser stato ferito in seguito ad una lite per viabilità ma, secondo la ricostruzione degli inquirenti, quelle ferite se le era procurate in discoteca a Palinuro.

TAG