Occhio alla saluteRubriche

Oms choc, le bevande calde aumentano di 8 volte il rischio di cancro

Chi di noi è abituato a farsi il caffè solubile, la tazza di tè, il caffè ristretto oppure le bevande (rilassanti, diuretiche ecc. ecc) e bere il tutto appena “sfornato”? Uno studio proveniente dallo “Iarc” ha scoperto che l’acqua calda è cancerogena. L’istituto lionese di ricerca sul cancro, che dipende dall’Oms dell’Onu, ha lanciato prontamente l’allarme: l’uso di bevande calde aumenta di otto volte il rischio di cancro.

Stando a quanto riporta il quotidiano francese “Lesechos”, già erano stati lanciati allarmi simili di rischio di cancro diserbante glifosato (allarme poi reiterato) e sugli insaccati, in aggiunta al numero di morti prodotti dallo smog, ora anche l’acqua calda rientra tra quella lista di cosa da non assumere al fine di salvaguardare la propria salute. Non importa se si tratta di tè, vin brulè, cioccolata in tazza e chi più ne ha più ne metta, è la temperatura che gioca il ruolo determinante 65 gradi il rischio cancro raddoppia, a 70 gradi il rischio si ottuplica.

Antonio Bassano

Giornalista pubblicista dal 2017, ma anche eterno appassionato di lotta, pittura, street photography e del mondo otaku. Cresciuto giornalisticamente grazie al quotidiano L'Occhio di Francesco Piccolo, Antonio Bassano ha un approccio alla professione letterario semplice e spontaneo, nonché orientato a mettere a nudo la notizia senza commistioni o forzature.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button