Operatrice ecologica azzannata da un cane, il padrone nega l’accaduto

Un'operatrice ecologica della Metellia Servizi L.F. è stata azzannata da un cane mentre eseguiva le pulizie nel parco di viale Guglielmo Marconi

CAVA DE’ TIRRENI. Un’operatrice ecologica della Metellia Servizi L.F. è stata azzannata da un cane mentre eseguiva le pulizie.

L’episodio è avvenuto nel parco di viale Guglielmo Marconi, di fronte alla biblioteca comunale. La donna è stata azzannata nella zona superiore al polpaccio destro da un volpino di media taglia di colore marrone.

Il cane era tenuto al guinzaglio estensibile ma oltre la misura consentita (non superiore a un metro e cinquanta centimetri).

I soccorsi

L’operatrice è stata soccorsa da una collega e trasportata al pronto soccorso dell’ospedale Santa Maria Incoronata dell’Olmo.

I sanitari le hanno prescritto quattro giorni di prognosi, e le hanno chiesto di esibire la certificazione che attestasse che il cane fosse stato vaccinato per l’anti rabbia.

L’attestazione non le è stata però fornita dal proprietario del cane, che ha detto che l’animale non fosse suo. La donna è stata così sottoposta ad iniezioni anti rabbia sull’addome e ad una terapia antibiotica.

Fonte La Città

TAG