Operazione antidroga nel Cilento: decine di arresti, anche una minorenne

salerno-molestie-clienti-supermercato-arresto

Nel corso dell'operazione sono stati segnalati all’Ufficio Territoriale 9 giovani, tutti trovati con dosi di marijuana e hashish

CILENTO. Nel corso dell’operazione sul territorio della Compagnia di Vallo della Lucania, diretta dal cap. Mennato Malgieri, svolto tra il 23 ed il 24 agosto scorsi, sono state denunciate in stato di libertà all’autorità giudiziaria, per detenzione e coltivazione di sostanze stupefacenti, quattro persone ed altre quattro per furto aggravato, tutte incensurate.

Ad Ascea e Casal Velino, i carabinieri del Nucleo Operativo hanno sorpreso due giovani di Ascea con 49 grammi di hashish e 0,3 di marijuana. I due, il 37enne A.P. ed il 22enne G.C., sono stati denunciati, alla Procura della Repubblica di Vallo della Lucania, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Nel corso dello stesso servizio, segnalati all’Ufficio Territoriale del Governo di Salerno e di altre province 9 giovani, tutti trovati con dosi di marijuana, hashish e cocaina per uso personale.

A Gioi Cilento, i militari dell’Arma della locale Stazione hanno sorpreso a coltivare 19 piante di cannabis, di altezza media, il 24enne D.S. di Gioi e la minorenne J.S. di Novi Velia. Oltre alle piante sono state sequestrati i materiali atti alla coltivazione, che avveniva nel terreno vicino all’abitazione del giovane, denunciato alla Procura della Repubblica di Vallo della Lucania, mentre la minore alla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Salerno.

A Pollica, infine, i carabinieri della locale Stazione, a seguito di immediate indagini sulla denuncia di furto di uno zaino presentata da un villeggiante che si trovava presso una struttura balneare di Acciaroli, hanno denunciato in stato di libertà quattro giovani: si tratta del 28enne P.V., del 31enne G.D., del 29enne F.N. e del 30enne E.T., tutti di Pontecagnano Faiano.
La refurtiva composta da tre telefoni cellulari iPhone, un orologio Rolex, la somma contante di 290 euro e i documenti della persona offesa è stata interamente recuperata presso la stanza di un B&B in San Mauro Cilento, ove i quattro giovani trascorrevano le vacanze.

TAG