Operazione Perseo, Giuseppe Lanzara: «subito al voto!»

Anche Lanzara (Pd) ha commentato l'operazione Perseo, che ha portato all'arresto di quindici persone, tra cui anche il consigliere Antonio Anastasio.

PONTECAGNANO FAIANO. Anche Giuseppe Lanzara (Pd) di Pontecagnano Faiano ha commentato l’operazione Perseo, eseguita dai carabinieri di Battipaglia nella giornata di ieri, che ha portato all’arresto di quindici persone, tra cui anche il consigliere comunale di opposizione, Antonio Anastasio.

«Mettiamo da parte le questioni personali e facciamo prevalere il senso di responsabilità – ha scritto Lanzara su Facebook – Il sindaco di Pontecagnano Faiano si deve dimettere. La smetta di dire che ne facciamo una questione personale o morale. Per noi è solamente un tema politico. Quello che è accaduto negli ultimi 9 anni, soprattutto ciò che è accaduto qualche giorno fa è grave. Io non voglio esprimere giudizi su una vicenda che chiarirà la magistratura ma per il bene suo, e soprattutto della Città è necessario ritornare al più presto alle urne e ridare la parola ai cittadini. Mi auguro che faccia prevalere il senso di responsabilità istituzionale che una fase come questa richiede».

Qualche ora prima, sempre su Facebook, Lanzara aveva scritto: «Sono giorni difficili per la mia Città che ritorna nuovamente agli onori della cronaca per vicende giudiziarie molto tristi.

La giustizia fará il suo corso ma la storia sta giá spiegando il motivo per il quale il nostro progetto ha sempre avuto come priorità quella di recuperare i valori della legalità, della trasparenza, della democrazia partecipata. È soprattutto questo il motivo per il quale il Pd, quì a Pontecagnano Faiano, è da sempre stato dall’altro lato della barricata, esercitando il ruolo di opposizione anche in maniera dura. Le nostre preoccupazioni stanno diventando, giorno dopo giorno, realtà. Subiamo insieme ai nostri concittadini racconti di cronaca che assomigliano a guerriglie e ricatti tra pezzi che storicamente hanno amministrato insieme, amici e nemici, peró, di una guerra vera più che semplici avversari politici. È impensabile provare solamente a fare politica se la cornice è questa.

Dobbiamo necessariamente riaccendere i riflettori sui principi dell’agire in favore di tutti, del valore delle regole che danno certezze e permettono di snellire le procedure amministrative e, di conseguenza, ottenere maggiore sviluppo.

Noi abbiamo una visione bella della politica, la politica come strumento che consente di pensare al bene della collettività, che puó dare lavoro, prospettive ai giovani e una forte identità ad un territorio in crisi profonda.

Il centro di una saggia politica di progresso e civiltà deve essere il cittadino. Egli deve vedere soddisfatti i suoi diritti e le sue giuste aspettative attraverso una chiara e fruibile conoscenza della vita amministrativa.

Allora, dimettiamoci tutti, andiamo subito alle elezioni e diamo la parola ai cittadini. I cittadini prima di tutto. Meritiamo di più!».

I post su Facebook



Il commento del sindaco Ernesto Sica

http://salerno.occhionotizie.it/notizie-dal-territorio/operazione-perseo-arresto-anastasio-sica-qualcuno-faccia-mea-culpa-si-dimetta/


Leggi anche

http://salerno.occhionotizie.it/notizie-dal-territorio/pontecagnano-anastasio-doveva-sindaco-la-camorra/


http://salerno.occhionotizie.it/cronaca/operazione-perseo-dettagli-del-blitz-condotto-anche-anastasio-carcere/


http://salerno.occhionotizie.it/cronaca/battipaglia-arrestati-affiliati-al-clan-pecoraro-renna-video/


TAG