Salerno, la Stroke unit del Ruggi tra le migliori d’italia per la cura dell’ictus

L'ospedale di Salerno tra i migliori per la cura dei pazienti colti da ictus. Il nosocomio cittadino ha ricevuto un importante riconoscimento

L’ospedale Ruggi di Salerno si rivela tra i migliori per a qualità delle cure ai pazienti colpiti da ictus. La Stroke unit dell’azienda ospedaliera universitaria si aggiudica, infatti, un importante premio internazionale.

Salerno, premio per la cura dell’ictus

Il nosocomio salernitani si è visto riconoscere centro Oro nell’ambito del programma Eso-Angels awards 2019. Si tratta di un programma europeo di riconoscimento della qualità, che mira a costruire una comunità globale di ospedali e di professionisti che lavorano ogni giorno per migliorare la qualità del trattamento dei pazienti affetti da ictus.

Per ottenere l’importante riconoscimento si valutano diversi indicatori di qualità come la percentuale di pazienti sottoposti al trattamento, i tempi di gestione intraospedalieri e la possibilità di assicurare precisi standard assistenziali in Stroke unit.

I criteri

Per accedere al percorso premi l’azienda deve essere dotata di un pronto soccorso, di uno scanner tac, di un laboratorio clinico e accesso ai letti per i pazienti colpiti da ictus dopo il trattamento acuto, avere accesso alla terapia farmacologia o a quella di ricanalizzazione interventistica, disporre di uno specialista o un responsabile che guiderà l’implementazione del progetto in ospedale.

Necessaria inoltre la presenza di un team di professionisti medici (il team ictus), che dispone di un’organizzazione speciale per trattare in modo diverso i pazienti colpiti da ictus, avere protocolli chiaramente definiti da seguire ed essere formato in merito alle procedure da seguire. Infine l’ospedale deve avere un monitoraggio continuativo per mantenere determinati standard qualitativi e disporre una procedura di notifica “codice ictus”.

TAG