Cronaca

Ottiene la proroga per il Concorso ma nel giorno dei funerali del padre: il caso

SALERNO. Nunzia De Falco, figlia del compianto Giovanni, ha dovuto rinunciare a sostenere la prova orale del Concorso a Cattedra perché la commissione le ha concesso una proroga nel giorno dei funerali del padre.

Muore il padre e salta la prova orale del Concorso: le avevano concesso la proroga il giorno dei funerali

La prova orale per il Concorso a cattedra del 2016 era prevista per il 27 febbraio, ma a causa della morte del padre aveva chiesto una proroga: la commissione gliela concede ma di un solo giorno, cioè quando si celebravano i funerali del compianto genitore. Si tratta dell’assurda situazione che vede protagonista Nunzia De Falco, figlia del musicista e docente Giovanni De Falco, deceduto di recente a Salerno.

Ovviamente Nunzia De Falco ha preferito dare l’ultimo saluto al padre, rinunciando così alla prova orale attesa per ben 3 anni ed inviando alla commissione una “lettera di ringraziamento per il gentile rinvio”. Il soprano salernitano ha denunciato quanto accaduto su Facebook, ricevendo solidarietà da innumerevoli persone.

nota

Articoli correlati

Back to top button