Cronaca

Arriva pacco bomba, l’avvocato Giampiero Delli Bovi perde le mani

Dopo quattro anni non c'è ancora un responsabile

Sono passati quattro anni da quando Giampiero Delli Bovigiovane avvocato salernitano, ha perso le mani a causa di un pacco bomba. “Ho un fantasma nella mia vita, non so chi ha inviato il pacco bomba che mi ha fatto perdere le mani” ha spiegato il legale di Montecorvino Rovella in una intervista al Corriere del Mezzogiorno.

Giampiero Delli Bovi, l’avvocato salernitano che ha perso le mani per un pacco bomba

Guidare la moto, è l’unica cosa che non riesco più a fare. Allora ho comprato un quad” ha raccontato Delli Bovi. La sua vita è inevitabilmente cambiata da quel 18 giugno del 2018, quando trovò un pacco sull’uscio di casa. Un pacco che conteneva un ordigno esplosivo la cui deflagrazione gli ha fatto perdere le mani. Quella sinistra fu amputata, e della destra ha perso tutte le dita. Dopo quattro anni, non sono ancora stati trovati colpevoli.

“Purtroppo ricordo tutto, non ho mai perso conoscenza e sono ricordi lucidi e precisi. In quel periodo facevo parte della commissione elettorale distrettuale. C’erano state le elezioni in vari comuni e si dovevano tenere i ballottaggi. Uscendo di casa, vidi questo pacco e incautamente l’ho preso” ha ricordato nell’intervista. Il destinatario di quel pacco era chiaro: “A me, all’avvocato Giampiero Delli Bovi, pensai a un libro. Entrai nel portone di casa mia, poi l’esplosione. Anche in quel momento non ho mai perso conoscenza. Amputazione totale della mano sinistra e di tutte le dita della mano destra. Mi resta poco della mano destra. Ora ho le protesi a entrambe gli arti. Ma quella destra, sarebbe solo estetica, non la uso”.

Ci si chiede come sia possibile che in una piccola comunità come quella di Montecorvino Rovella, nessuno abbia visto nulla: “Non saprei rispondere, ci ho pensato, ma nessuno ha visto niente. Tutta l’azione è stata fatta di notte. È accaduto alle 8 e 15 del mattino, ero tra i primi a uscire di casa. Nessuno ha visto. Non ci sono stati riscontri né testimoni né telecamere. L’impianto di videosorveglianza è successivo a quell’episodio”.

Articoli correlati

Back to top button