Cronaca

Paga con assegni scoperti e “sparisce”: i creditori chiedono il fallimento

ANGRI. Imprenditrice paga forniture con assegni scoperti rendendosi irraggiungibile e la multinazionale petrolifera chiede il suo fallimento.

L’imprenditrice della “L. G. F. Service”, azienda specializzata nel settore delle pulizie all’interno delle imprese conserviere della zona, con sede in via Amendola ad Angri, rischia il fallimento a causa dell’istanza presentata dalla “Repsol Italia”.

Gli eventi

La titolare della “L. G. F. Service” secondo l’esposto presentato in Procura della “Repsol Italia”, dichiara di aver pagato con degli assegni scoperti protestano contro i manager spagnoli della sede di Milano, che hanno esposto i numerosi creditori insoddisfatti della società di Angri, insieme al continuo stato di mora.

 

Articoli correlati

Back to top button