Pagani, abusa della nipote e spaccia ai minori: 41enne nocerino a giudizio

stupro-violenza-sessuale, medico

Per anni avrebbe abusato della nipotina, approfittando del fatto che non aveva forza a sufficienza per ribellarsi. Ora dovrà difendersi dall'accusa di violenza sessuale

Per anni avrebbe abusato della nipotina, approfittando del fatto che non aveva forza a sufficienza per ribellarsi. Ora dovrà difendersi dall’accusa di violenza sessuale aggravata, così come deciso dal gup, che ha rinviato a giudizio un 41enne nocerino, che per una seconda accusa risponde anche di spaccio verso minorenni.

Stupra la nipote e spaccia ai minori

Sono questi i contorni di un’indagine condotta dai carabinieri e dalla procura di Nocera Inferiore, che abbraccia un periodo che va dal 2009 al 2014. Secondo il teorema accusatorio, l’uomo con violenza e minaccia avrebbe abusato delle condizioni di inferiorità fisica e psichica della nipote, in quel periodo minorenne, costringendola a subire atti sessuali. In particolare, con fare e gesti insistenti, avrebbe più volte vinto le resistenze della minore, spaventata dalle minacce dello zio.

Nel caso di un rifiuto, infatti, l’uomo le disse che avrebbe avuto dei problemi. E così, approfittando di ciò, l’avrebbe più volte baciata sulle guance, avvicinandosi alla bocca, toccata nelle parti intime, fino alla richiesta di avere rapporti sessuali. Stando al racconto della piccola, lo zio l’avrebbe anche presa per mano, portandosela nelle parti intime o infilandola nei pantaloni. Tutto questo, sarebbe accaduto in casa dell’imputato, ma anche in quella della piccola, a Pagani, nelle occasioni in cui familiari e parenti si erano riuniti per alcune festività.

TAG