Curiosità

Pagani: alberi donati al Comune, finiscono a Castel San Giorgio

PAGANI. Erano destinati al comune di Pagani, ma sono andati a Castel San Giorgio, i 100 alberi dell’associazione “A.N.N.A Onlus” di Pagani, guidata dal presidente Peppe Barone.

La vicenda

Non c’è stata alcuna risposta – spiega oggi il Mattino – dagli uffici comunali paganesi di Palazzo San Carlo dopo l’appello dei giorni scorsi lanciato proprio dal presidente Barone. Il suo progetto “Alberiamo Pagani” prevedeva la piantumazione di 100 arbusti messi a disposizione gratuitamente dall’associazione paganese.

In attesa di una risposta dall’amminsitrazione paganese, nei giorni scorsi si sono fatti avanti, invece, gli amministratori di Castel San Giorgio, e in particolare l’assessore Giovanni De Caro, che hanno dato disponibilità a ritirare i 100 alberi donati dall’associazione “A.N.N.A Onlus” di Peppe Barone.

L’amministrazione comunale di Castel San Giorgio, con il sindaco Paola Lanzara e l’assessore Giovanni De Caro, hanno ritirato oggi, presso il centro sociale di Pagani, i 100 alberi da piantare sul  proprio territorio comunale, prevalentemente, all’interno di villette e giardini di istituti scolastici. Le piante, che comprendono svariate specie di flora appartenente alla macchia mediterranea, comprendono platani e pini.

“Semplicemente avevamo letto sui social che il presidente della “Associazione Nazionale No Aids Onlus” non aveva ricevuto alcuna conferma all’offerta di donazione – spiega Giovanni De Caro, assessore di Castel San Giorgio – e ci siamo offerti di mettere a dimora le piante anche per evitare che, continuando a restare senza terreno, potessero avere problemi di sopravvivenza. Ci fa piacere aver contribuito a risolvere anche un problema agli amici dell’associazione di volontariato sociale di Pagani avviando così un percorso di collaborazione. Le piante saranno messe a dimora nelle villette dell’intero territorio comunale, negli spazi verdi delle scuole, lì dove è possibile e in altri siti che l’amministrazione riterrà opportuno abbellire con la presenza di verde”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button