Pagani: una fiaccolata per ricordare la piccola Iolanda, morta a 8 mesi

iolanda-revoca-patria-potesta

A Pagani ci sarà una fiaccolata per ricordare la piccola Iolanda: l'evento è stato organizzato dal gruppo "Mamme di Pagani" e si terrà l'8 luglio

Il gruppo “Mamme di Pagani” ha organizzato una fiaccolata per ricordare la piccola Iolanda: l’evento è previsto per l’8 luglio presso la Parrocchia di Santa Maria del Carmine.

Una fiaccolata per Iolanda. A Sant’Egidio scoppia lo scontro politico

Un momento di preghiera per ricordare la piccola Iolanda. Un momento di riflessione perché casi del genere non accadano mai più.

È questa in sintesi l’iniziativa “La fiaccolata del perdono e della speranza”, creata dal gruppo “Mamme di Pagani”. Pioniere dell’evento, Dolores Pisciotta, Tiziana Polichetti e Rosita Annunziata. Appuntamento alle 20,15 di lunedì 8 luglio prossimo presso la Parrocchia di Santa Maria del Carmine di piazza Scarpa.

Il corteo, poi, si snoderà lungo corso Ettore Padovano e via Marconi, per concludersi in piazza Sant’Alfonso alle 21.30 circa. Un evento voluto «per ricordare la piccola Iolanda – hanno detto le organizzatrici – tutte le vittime di violenza e chi subisce le stesse». Alla marcia sono state invitate autorità civili (sindaci dei comuni vicini) nonché esponenti delle forze dell’ordine.

A Sant’Egidio del Monte Albino scoppia lo scontro politico per la morte di Iolanda

Intanto Luigi Nocera, consigliere d’opposizione a Sant’Egidio del Monte Albino, attacca: «La nostra comunità ne esce con le ossa rotte. Non dico che il sindaco è responsabile a livello penale per la morte della piccola Iolanda, ma ci dovrebbero essere anche conseguenze politiche, ad esempio le dimissioni dell’assessore alle Politiche sociali». Cascone: «Sant’Egidio non è quella dipinta dai media. Oggi paga lo scotto di questa situazione. Chi aveva diritto di vigilare, dovrebbe dimettersi».Il riferimento all’assessore Attianese. La consigliera Strianese: «Il minuto di raccoglimento non basta». Il sindaco Carpentieri: «Abbiamo perso tutti».

TAG