Cronaca

Pagani, morte Fabio Celentano: due indagati per omicidio colposo

PAGANI. Per la morte del 26enne di San Marzano sul Sarno, Fabio Celentano, sono due le persone che rischiano un processo per omicidio colposo.
I fatti si consumarono a Pagani, in via Fontana, il 29 settembre 2014. Erano le 9.30 del mattino, quando Fabio si apprestava a legare le estremità di uno striscione a due pali di pubblica illuminazione. Si trovava in un cestello che faceva parte di un autocarro con gru. Il mezzo era manovrato da un altro dipendente della ditta. A rischiare il processo adesso è proprio il titolare, che secondo la procura, non si servì del coordinamento di almeno altri due dipendenti, che avrebbero dovuto segnalare il pericolo agli automobilisti, facendo defluire il traffico a passo d’uomo e a senso unico alternato. Dopo poco, lungo quella via transitò un altro autocarro che finì per colpire, sulla parte superiore la gru, facendo staccare il carrello, al cui interno vi era Celentano, che cadendo sulla strada morì sul colpo.
Per i due indagati vi è ora la stessa accusa: omicidio colposo, contestazione a sua volta maturata per circostanze diverse.
La procura di Nocera Inferiore ha da tempo chiesto il rinvio a giudizio di due persone, in attesa della pronuncia del gip il prossimo febbraio.

 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button