Politica

Pagani, Perongini responsabile dell’Area Finanziaria: scoppia una nuova polemica

Pagani, Perongini responsabile dell’Area Finanziaria: scoppia una nuova polemica. Ecco gli aggiornamenti sulla situazione cittadina.

Novità a Pagani: la Perongini responsabile finanziaria

A Pagani scoppia un nuova bufera. Dopo la lettera in cui la segretaria comunale aveva attaccato l’amministrazione comunale e il sindaco facente funzione, Anna Rosa Sessa, in merito a una modifica del decreto finanziario, ecco che arriva la nomina che vede la stessa Ivana Perongini diventare responsabile dell’Area Finanziaria del Comune di Pagani.

Il tutto è stato attivato con il decreto numero 11 del 17 gennaio 2020, durante l’ultima seduta del consiglio. Una situazione rocambolesca se si tiene conto che nei giorni scorsi vicesindaco e segretaria comunale di erano scontrate in merito a una possibile modifica di un decreto che non sarebbe stata prevista dai parametri della Corte dei Conti di Salerno. Una presa di posizione, da parte della Perongini che fecero scattare le accuse di “terrorismo psicologico” da parte di Anna Rosa Sessa, convinta che la segretaria abbia agito negativamente sui movimenti della maggioranza.

La risposta della Perongini non si fece attendere e infatti fu diramata una nota con la quale si metteva nero su bianco la posizione (più che lecita) della della stessa segretaria. Questa mattina però il colpo di scena: il sindaco ff Anna Rosa Sessa nomina la nomina temporaneamente responsabile dell’Area Finanziaria.

La polemica di Alfonso Giorgio

Duro l’attacco dell’ex Idv Alfonso Giorgio: «Con il decreto che nomina la Dott.ssa Peroncini, responsabile finanziario del Comune di Pagani si è toccato il fondo di una situazione insostenibile».

E ancora, prosegue Giorgio: «Dopo il rifiuto sistematico di diversi dipendenti/dirigenti di accettare tale incarico, come Serritiello, Stile e Ferraioli e l’inspiegabile tolleranza del Prefetto di Salerno verso questa Amministrazione, ecco che il segretario generale tirare fuori dal cilindro il coniglio. A distanza di pochi giorni da una violentissima lettera contro il Vice Sindaco facente funzioni ed Emilio Bonaduce – continua Alfonso Giorgio – si contraddice e forza ancora una volta regolamenti e Leggi, dichiarando di avvalersi dei revisori dei conti per portare in giunta il consuntivo 2018, nonostante l’ultimatum del Prefetto di Salerno già scaduto.

E Infine: «Questo significherebbe costringere i revisori dei conti ad anticipare un parere che per il TUEL dà loro 20 giorni dopo l’approvazione in giunta per esaminarlo e relazionarne la legittimità».

Intanto, si prende ancora tempo per l’esecutivo che per la fine di gennaio dovrebbe chiudere il discorso sull’argomento rendiconto. Proprio la stessa Perongini, questa mattina ha parlato con il viceprefetto di Salerno Giuseppe Forlenza per chiedere ancora qualche giorno di tempo per studiare a fondo il consuntivo.

Pasquale De Prisco

Nato a Napoli il 16 maggio 1986 e residente a Pagani (Sa). Laurea triennale in Lettere presso Università degli Studi di Salerno. Laurea Magistrale in "Informazione, Editoria, Giornalismo" presso Università degli Studi Roma Tre. Ho collaborato con i quotidiani "Le Cronache" e "La Città". Ho lavorato per "MediaNews24", "Blasting News". Blogger del sito "La Puteca di Pakos".

Articoli correlati

Back to top button