Pagani, vescovo querelato per diffamazione: “La mega statua è una vergogna”

Il vescovo Giuseppe Giudice è stato querelato per diffamazione. Il motivo, una frase che utilizzò per commentare la maxi statua di Sant'Alfonso.

Il comitato «Alfonso sarà contento» ha deciso di querelare il vescovo di Pagani Giuseppe Giudice per diffamazione. Il motivo, una frase che utilizzò per commentare la maxi statua di Sant’Alfonso. 

Vescovo di Pagani querelato per diffamazione

I promotori della maxi statua di Sant’Alfonso, da realizzare su colle San Pantaleone, hanno deciso di portare in tribunale la guida della curia nocerina. «La mega statua è una vergogna per questa terra. Io quando non rispondo ho già risposto. Non corro dietro agli psicopatici» sono le parole che monsignor Giuseppe Giudice aveva usato per commentare l’idea del comitato «Alfonso sarà contento», guidato dall’ormai ex assessore paganese alla cultura Gerardo Torre.

 

«Non sono mai stato interpellato su questo progetto, ma dico con fermezza che non è possibile realizzare delle chiese senza consultare la comunità religiosa. Senza permesso, nessuna chiesa. Spero di essere stato chiaro» aveva affermato il vescovo della diocesi NoceraSarno.

Queste parole non sono state molto apprezzate dagli uomini di fede alfonsiana che hanno dato vita al progetto di realizzare una statua di Sant’Alfonso addirittura più alta del Cristo Redentore di Rio de Janeiro. Proprio per questo, i membri del comitato, spinti dalla forte fede liguorina, hanno denunciato la massima autorità religiosa presente sul territorio.

TAG