Palinuro, stabilimento di rifiuti industriali sotto sequestro

Quest'oggi si è dato esecuzione ad un provvedimento di sequestro di uno stabilimento adibito a frantumazione inerti e gestione rifiuti

Quest’oggi si è dato esecuzione ad un provvedimento di sequestro del GIP del Tribunale di Vallo della Lucania di uno stabilimento adibito a frantumazione inerti e gestione rifiuti.

Stabilimento di rifiuti industriali sotto sequestro

L’attività d’indagine, condotta sotto l’attento coordinamento del Procuratore Capo Dott. Antonio RICCI della Procura della Repubblica di Vallo della Lucania, ha permesso di accertare una serie di illeciti in campo ambientale legati al ciclo dei rifiuti  e all’inquinamento delle matrici ambientali. I militari coadiuvati dal personale Arpac, hanno accertato che la ditta che effettuava l’attività di frantumazione inerti, di raccolta e recupero rifiuti era, in realtà autorizzata solamente a ricevere i rifiuti provenienti dall’attività di demolizione, costruzione e scavi ed era, quindi, priva di qualsiasi autorizzazione da parte della competente Provincia di Salerno e della Regione Campania.

Inoltre, con l’attività industriale di frantumazione inerti e gestione rifiuti la ditta ometteva di assicurare che i rifiuti stessi fossero recuperati senza pericolo per la salute dell’uomo e senza usare procedimenti o metodi che potessero recare pregiudizio all’ambiente con il rischio di contaminare il nudo terreno e l’adiacente fiume Mingardo.

TAG