Cronaca

Salerno, la panchina rubata torna al suo posto: caccia ai responsabili

Panchina rubata Salerno, scatta la caccia ai responsabili. La panchina rimossa nella centralissima via Roma a Salerno sarà riposizionata nella sua sede originaria nelle prossime ore. Un immediato sopralluogo della Polizia Municipale ha permesso di ritrovare la panchina all’altezza del civico 282 della medesima Via Roma, a pochi metri dal punto dal quale era stata illecitamente asportata.

Panchina rubata Salerno, caccia ai responsabili

Le immagini delle telecamere di videosorveglianza e quelle disponibili sui social sono adesso al vaglio della Polizia Municipale allo scopo di individuare e segnalare all’Autorità Giudiziaria gli autori del gesto vandalico.

La vicenda si è risolta così nel giro di poche ma, purtuttavia, ha distolto gli agenti della Polizia Municipale dal prezioso impegno che essi prestano, da mesi, in una costante opera di presidio territoriale a tutela della salute collettiva, unitamente ai volontari della Protezione Civile ed alle Forze dell’Ordine.

L’appello del sindaco Napoli

“Lasciano, pertanto, senza parole i commenti irridenti ed oltraggiosi che qualcuno ha ritenuto di proferire in tale circostanza.

Il senso civico dei salernitani è alto ed ai salernitani perbene la Civica Amministrazione rinnova l’appello alla collaborazione. Dei leoni da tastiera buoni soltanto ad offendere vigliaccamente davanti allo schermo non abbiamo tempo di curarci; finiranno per consumarsi nel loro odio autoreferenziale e mortificante”.


Tutte le notizie sul coronavirus

Il sito del Ministero della Salute

Paolo Siotto

Giornalista pubblicista dal 2015, collabora per l'Occhio da giugno 2019 dopo diverse esperienze con testate locali tra cui il quotidiano Metropolis. Redattore per SalernitanaNews, nel tempo libero ama dedicarsi alla buona musica.

Articoli correlati

Back to top button

Individuato Adblock




Per visualizzare il sito
Disattiva AdBlock

L'Occhio Network è un giornale gratuito e per coprire le spese di gestione la pubblicità è l'unica fonte di sostegno.
Se vuoi che L'Occhio Network continui ad essere fruibile gratuitamente non bloccare le pubblicità.
Grazie di supporto