Parcheggiatori abusivi a Eboli, la denuncia: “5 euro per andare al mare”

Parcheggiatori abusivi Eboli

Parcheggiatori abusivi a Eboli, primo weekend estivo da incubo per gli ebolitani e non solo. Cinque euro per scendere in spiaggia

Allarme parcheggiatori abusivi a Eboli. La scorsa è stata la prima domenica di mare per molti ebolitani e non solo, recatisi sul litorale di marina di Campolongo per contrastare le alte temperature registrate. Col caldo e il ritorno in spiaggia però è tornato anche l’incubo dei parcheggiatori abusivi.

Parcheggiatori abusivi a Eboli, la situazione

Molti ebolitani sui social hanno denunciato: “Tre euro per parcheggiare, due euro per raggiungere la spiaggia”. Pronta la risposta del delegato comunale alla sicurezza, Giuseppe La Brocca: “É diventato lo sport preferito degli ebolitani: lamentarsi su Facebook ma non denunciare alle forze dell’ordine. Nessuno si è rivolto ai vigili, come potevamo sapere dell’invasione degli abusivi?”.

Ad onor del vero va sottolineata l’assenza di pattuglie delle forze dell’ordine ma la situazione dovrebbe cambiare subito. Una ditta del napoletano ha infatti vinto la gara per gestire i parcheggi in via Scirè e la vigilanza lungo gli stabilimenti balneari. Anche qui però non mancano le polemiche.

Niente salvataggio dei turisti

Nel bando non è previsto il salvataggio dei turisti. Non ci saranno dunque bagnini lungo l’arenile di Campolongo dato che la società terrà lontani i ladri ed eviterà eventuali danni da parte dei vandali.

 

TAG