Cronaca

Salerno, processo ai parcheggiatori abusivi. I testimoni: “Pizzo? No, solo soldi per un caffè”

Si è aperto con cinque deposizioni il processo sui parcheggiatori abusivi di Salerno. In 34 sono stati rinviati a giudizio con l’accusa di estorcere l’obolo agli automobilisti.

Parcheggiatori abusivi di Salerno, il processo

Cinque automobilisti hanno parlato davanti ai giudici della terza sezione penale al fine di ricostruire il clima messo in piedi dai parcheggiatori nell’area della stazione ferroviaria come si legge sulle colonne de Il Mattino.

Le accuse

Un solo automobilista ha confermato le accuse formulate dal pubblico ministero Elena Guarino. L’automobilista ha dichiarato di essere stato minacciato da un parcheggiatore che gli aveva intimato di non posteggiare l’auto in una area destinata alla sosta per disabili sostenendo che lì “comandava lui”.

Un battibecco accesso che portò l’automobilista a richiedere l’intervento dei carabinieri. Gli altri quattro testimoni invece hanno affermato di non essersi mai sentiti minacciati ai quali hanno dato solo i soldi per un caffè.

Articoli correlati

Back to top button