Pellet abusivo e puzzolente, sequestrata intera fabbrica a Battipaglia

polizia municipale

Fabbrica di pellet senza autorizzazione, blitz della municipale a Battipaglia

Pellet abusivo e puzzolente, sequestrata intera fabbrica a Battipaglia


BATTIPAGLIA. Blitz della polizia municipale guidati dal tenente colonnello Gerardo Iuliano in zona industriale. Posto sotto sequestro un capannone di 4500 m quadri adibito alla fabbricazione di pellet che operava senza alcuna autorizzazione.

L’intervento è stato sollecitato dalla sindaca Cecilia Francese a seguito dell’odore acre e della colonna di fumo che questa mattina hanno letteralmente invaso la città. Il sopralluogo è avvenuto con il contributo del l’arch. Costantino dell’ufficio ambiente del Comune di Battipaglia, alla presenza dell’assessore all’ambiente Stefania Vecchio. Il titolare responsabile dell’attività illecita ed i proprietari dell’immobile sono stati deferiti all’Autorita’ Giudiziaria.

«Attenzione massima al controllo del territorio per evitare ulteriori danni all’ambiente – dice la sindaca Cecilia Francese -. L’operazione portata a termine dalla polizia locale e dall’assessore Vecchio conferma che non possiamo abbassare la guardia sul tema della tutela dell’ambiente e sul rispetto della legalità. Non ci fermeremo e continueremo a verificare tutte le fonti di inquinamento che provengono da attività che non rispettano la normativa vigente».

«I controlli sul territorio per quanto riguarda i miasmi non sono mai terminati, anche in questi giorni continuano i sopralluoghi, pronti ad individuare i responsabili – dichiara l’assessore Stefania Vecchio. La tutela del territorio e la salute dei cittadini rappresentano un impegno costante per questa Amministrazione. Poiché ci siamo resi conto che nelle ore notturne spesso accade che si registrino i picchi delle emissioni, abbiamo anche costituito una pattuglia di dipendenti dell’Ente che eseguirà controlli anche in quelle ore».


 

TAG