Pellezzano, i fedeli difendono don Luigi Pierri: "Solo calunnie"

I fedeli della frazione Capriglia prendono le distanze dalla lettera che alcuni residenti hanno inviato all’arcivescovo Luigi Moretti

PELLEZZANO. Nessuna rivolta contro il parroco di Capriglia (Pellezzano) don Luigi Pierri. I fedeli del comune prendono le distanze dalla lettera che, nei giorni scorsi, alcuni residenti hanno inviato all’arcivescovo Luigi Moretti (nella foto) affinché adottasse “tutti i provvedimenti necessari volti a superare lo stato di tensione, onde assicurare (finalmente!) alla comunità di Capriglia la guida spirituale di cui necessita”.

Nelle ultime ore i fedeli hanno affisso un manifesto a difesa del sacerdote: “Solo menzogne e calunnie si sono abbattute da ormai un anno e mezzo sul nostro parroco Don Luigi Pierri, siamo stanchi di dover ascoltare, leggere ed assistere ad azioni denigratorie verso l’uomo che è alla guida della Comunità parrocchiale di Capriglia.

Noi fedeli – precisano – prendiamo le distanze dalle vergognose calunnie mosse al sacerdote nell’ultimo articolo su La Città del 22 febbraio 2017, la nostra Comunità unita e solidale non accetta simili gesti di arroganza e prepotenza frutto di una gara di potere e null’altro che si allontana fortemente dal vero messaggio cristiano che Don Luigi con forza, determinazione e vocazione ci sta insegnando. Tutti noi invitiamo il nostro amico e parroco Don Luigi ad andare avanti sempre a testa alta, perché sicuri e certi che la nostra Madonna Delle Grazie possa proteggerlo, illuminarlo e confortarlo nel suo cammino”.

Infine citano una frase di Papa Francesco: “Le chiacchiere divino la comunità, distruggono la comunità sono le armi del diavolo”.

TAG