Perché provare gli stage di lavoro all’estero per studenti

Nel 2017 l’11,1% dei laureati del 2017 ha svolto esperienze di studio all’estero riconosciute dal corso di studi (era il 7,9 per cento nel 2007)

Il mondo del lavoro è diventato sempre più competitivo e per avere successo all’interno di esso c’è bisogno di una preparazione solida ed approfondita. In questo contesto risulta di vitale importanza la conoscenza delle lingue straniere. Sempre più aziende, infatti, sono alla ricerca di profili con determinate caratteristiche, tra le quali spicca proprio una conoscenza approfondita delle lingue straniere.

Questo è un concetto ben impresso nella mente dei giovani studenti che sempre più spesso cercano uno stage di lavoro all’estero per arricchire il CV. Questi stage sono perfetti per gli studenti dai 16 ai 25 anni che guardano al futuro ed hanno intenzione di acquisire competenze trasversali spendibili in molteplici ambienti lavorativi. Secondo uno studio recente, il 3,1% degli studenti italiani si sposta all’estero per questo genere di esperienze. A spostarsi sono più frequentemente i ragazzi che hanno un background socio-culturale più elevato: il 36,1 per cento di chi ha compiuto migrazioni di lungo raggio ha almeno un genitore laureato contro il 28,3 per cento di chi è rimasto nella stessa ripartizione geografica. Tendenze simili si rilevano analizzando il percorso scolastico precedente: chi ha cambiato area per motivi di studio aveva ottenuto un voto medio di diploma di 83/100 contro 80,8/100 di chi è rimasto nell’ambito dell’adolescenza.

Nel 2017 l’11,1% dei laureati del 2017 ha svolto esperienze di studio all’estero riconosciute dal corso di studi (era il 7,9 per cento nel 2007): l’8,8 per cento ha utilizzato programmi dell’Unione europea, Erasmus in primo luogo. L’8,8 per cento del complesso dei laureati ha sostenuto esami all’estero poi convalidati al rientro e il 4,7 per cento ha preparato fuori Italia una parte significativa della tesi.

Con lo stage di lavoro all’estero, inoltre, è possibile fare nuove amicizie e conoscere persone con gli stessi interessi. Inoltre, per chi frequenta un corso di una lingua straniera, sono molti gli eventi a cui poter partecipare per esercitare le proprie abilità linguistiche e socializzare. Diversi studi scientifici hanno dimostrato che lo studio di lingue straniere aiuta a memorizzare le informazioni più velocemente e a migliorare le proprie performance lavorative e scolastiche. Questo perché, assimilare un nuovo vocabolario e nuove strutture grammaticali favorisce tale processo e tiene allenata la mente. L’apprendimento di una lingua straniera renderà le vostre esperienze di viaggio uniche, non solo perché vi aiuterà a comunicare con gli abitanti del luogo; ma arricchirà la vostra vita offrendovi una più profonda comprensione della cultura e della storia dei popoli che si incontrano.

Tanti motivi che spingono, dunque, ad intraprendere uno stage di lavoro all’estero in grado di aprirci nuovi orizzonti personali e lavorativi, garantendoci così un futuro brillante e di successo assicurato nel mondo del lavoro. Non a caso sempre più giovani decidono di affrontare con entusiasmo questo genere di stage e tornano, poi, arricchiti dal punto di vista culturale e personale.

TAG