Inchiesta

Persone scomparse a Salerno: le schede di Chi l'ha Visto?

Sono 21 le persone scomparse a Salerno e provincia, “schedate” da Chi l’ha Visto?.

Chi l’ha visto? è una trasmissione televisiva dedicata alla ricerca di persone scomparse e ai misteri insoluti, in onda il mercoledì in prima serata su Rai 3 e condotta da Federica Sciarelli con la regia di Simonetta Morresi.

In onda dal 1989, è dopo Un giorno in pretura e Blob, la trasmissione più longeva in onda su Rai 3. L’attuale sigla del programma è Missing (in inglese “scomparso/scomparsa”), composta da Bruno Carioti e Lamberto Macchi, ed è in uso a partire da settembre 1993, sebbene riarrangiata nell’edizione 2016/2017. Il programma va in onda dallo studio 2 del Cptv Rai di Roma in via Teulada 66.


Logo_Chi_l'ha_visto

Le persone scomparse

Riportiamo integralmente le schede pubblicate da Chi l’ha Visto?

persone scomparse chi l'ha visto 1 persone scomparse chi l'ha visto 2


Ecco chi sono.

Le schede


Arnaldo Anastasio

Sesso:M
Età:70 (al momento della scomparsa)
Nazionalità:Italiana
Statura:155
Occhi:castani
Capelli:brizzolati
Abbigliamento:Indossava un giubbotto giallo da lavoro in cantiere con scritta “BOCCEN”, una maglia blu con righe verdi, pantaloni blu e scarpe nere “Axa”.
Scomparso da:Vettica, una frazione di Amalfi (Salerno)
Edizione:2003
Data della scomparsa:27/10/2003
Data pubblicazione:07/11/2003

1393851158825AnastasioArnaldo_scheda

Arnaldo Anastasio il 27 ottobre scorso è uscito dalla sua casa di Vettica, una frazione di Amalfi (Salerno), dicendo che si sarebbe recato nella vicina Conca dei Marini, dove risiede una sua cugina. Ma a Conca non è mai arrivato. L’anziano signore non ha l’uso della parola e ha problemi nel camminare.


Aniello Barrella

 

Sesso:M
Età:79 (al momento della scomparsa)
Corporatura:normale
Statura:165
Occhi:castani
Capelli:calvo
Scomparso da:Sala Consilina (Salerno)
Data della scomparsa:08/06/2009
Data pubblicazione:24/06/2009

 

1393868104217BarrellaAniello_scheda

 

Aniello Barrella è uscito di casa, come faceva solitamente, per andare in un terreno di sua proprietà in località San Sebastiano, nel comune di Sala Consilina (in provincia di Salerno). Alcuni passanti lo hanno visto salire sull’ autobus per far ritorno a casa dove però non è mai arrivato. Quando è uscito di casa non aveva con sé né documenti né cellulare.


Giovanni Battagliese

Sesso:M
Età:39 (al momento della scomparsa)
Statura:176
Occhi:castani
Capelli:castani
Abbigliamento:Jeans azzurri, maglia beige, scarpe marroni
Scomparso da:Alfano (Salerno)
Data della scomparsa:04/07/2009
Data pubblicazione:13/07/2009

1393951341044BattaglieseGiovanni_scheda

Giovanni Battagliese vive con il fratello ad Alfano (Salerno). Il 4 luglio si è allontanato da casa e da allora non si hanno più sue notizie. I familiari sono molto preoccupati perché l’uomo soffre di allucinazioni visive e uditive. Sembra inoltre che al momento della scomparsa avesse una ferita alla testa.


Gianfranco Cirillo

Sesso:M
Età:21 (al momento della scomparsa)
Statura:173
Occhi:neri
Capelli:neri
Scomparso da:Mercato San Severino (Salerno)
Edizione:1998/1999
Data della scomparsa:08/04/1994
Data pubblicazione:14/03/1995

1296570272806CirilloGianfranco_scheda

Gianfranco Cirillo, idraulico di Mercato San Severino (Salerno) è scomparso cinque giorni prima del matrimonio. La promessa sposa, con la quale era fidanzato da otto anni, era incinta di due mesi. Alle 18 dell’8 marzo 1994 Gianfranco Cirillo era congedato dal futuro suocero, dicendo di dover andare fuori paese a comprare un televisore ad un prezzo d’occasione. I due erano appena usciti da un’agenzia di viaggi, dove avevano definito gli ultimi accordi per il viaggio di nozze. Il giovane sembrava molto teso e nervoso.

Poco dopo le 18, sulla strada che porta a Nocera Superiore (Salerno), ha incontrato un avvocato che conoscevae e che è stata l’ultima persona ad averlo visto. Dopo venti giorni la sua Fiat Uno fu trovata parcheggiata presso la stazione ferroviaria di Nocera Superiore. Durante le prime ricerche l’auto non era stata vista, nemmeno dal fratello, che era passato più volte su quella strada. Il giorno della scomparsa era fissato l’inizio di un processo penale.

Un pentito accusava di complicità in una rapina ad un ristorante il fratello maggiore di Cirillo, che dopo molti mesi fu assolto con formula piena. Il pentito che al processo si rifiutò di deporre, avrebbe incontrato lo scomparso diverse volte. L’ultima il 7 marzo ’94 quando, testimone la madre, avrebbe detto a Gianfranco Cirillo che si sarebbero visti più tardi o il giorno dopo.

All’alba del 9 marzo, appena informato della scomparsa, il padre andò a cercarlo proprio a casa del pentito, dove però non trovò nessuno.


Adamo Cernera

 

Sesso:M
Età:50 (al momento della scomparsa)
Corporatura:normale
Statura:160
Occhi:castani
Capelli:brizzolati
Abbigliamento:giubbino in pelle, pullover arancione, jeans e scarpe nere
Scomparso da:Contursi Terme (Salerno)
Data della scomparsa:15/02/2014
Data pubblicazione:24/02/2014

 

1393254069928CerneraAdamo_scheda

 

Adamo Cernera, 50 anni, abita da solo in una casa di campagna di Contursi Terme (Salerno), dove lavora saltuariamente come contadino o manovale. È stato visto l’ultima volta la sera di sabato 15 febbraio in piazza Garibaldi. I fratelli lo hanno cercato a casa, ma il suo appartamento era vuoto. Il cellulare che ha con sé risulta spento.


Salvatore Belmonte

 

Soprannome:Barone
Sesso:M
Età:68 (al momento della scomparsa)
Nazionalità:Italiana
Statura:180
Occhi:castani
Capelli:castani
Scomparso da:Salerno
Edizione:2000/2001
Data della scomparsa:05/03/2001
Data pubblicazione:20/03/2001

 

1396889565445BelmonteSalvatore_scheda

 

Salvatore Belmonte, soprannominato “barone”, dirigente in pensione dell’azienda di trasporti della città, viveva da solo a Salerno. La sua vita, da circa un anno, era molto cambiata a causa di un serio problema di salute. Impossibile ormai viaggiare come aveva sempre fatto, o frequentare circoli sportivi.

Una breve passeggiata al centro della città la mattina e poi a casa, dove rimaneva chiuso, con le tapparelle abbassate, fino al giorno dopo. Sembrava che volesse isolarsi dal resto del mondo. Lunedì 5 marzo, di mattina, si è allontanato a bordo della sua Fiat Uno. L’auto è stata ritrovata due giorni dopo da suo fratello, regolarmente chiusa e parcheggiata, nei pressi di un ponte sul fiume Calore.

All’interno c’erano il suo cappotto, e il suo portafogli con tutti i documenti. I parenti hanno pensato al peggio, e i sommozzatori dei carabinieri di Napoli hanno effettuato una ricognizione del fiume, senza alcun esito.


Continua a leggere: seconda parte

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button