Cronaca

Piantagione di marijuana sequestrata: piante alte oltre due metri

Nell’ambito delle attività di controllo economico del territorio e della costante attività esercitata dal corpo a contrasto dei traffici illeciti in genere, militari della dipendente sezione aerea e della compagnia di Casalnuovo di Napoli, nelle campagne del comune di Acerra, hanno rinvenuto e sottoposto a sequestro una piantagione di marijuana coltivata sull’argine di un lago.

L’attività di servizio è stata posta in essere grazie all’esperienza e all’intuito degli equipaggi di volo, i quali nel corso di un monitoraggio aereo, hanno individuato l’area sospetta.

Al momento dell’accesso, i militari della sezione aerea e della compagnia di Casalnuovo, sempre in totale sinergia e fattiva collaborazione, hanno finalizzato lo spunto infoinvestigativo rinvenendo numerose piante ad un buon punto di maturazione, tra le quali alcune alte oltre due metri, pronte per la raccolta.

La piantagione era abilmente occultata dalla fitta vegetazione spontanea circostante e dal naturale declivio del canale di irrigazione.

L’intervento ha permesso di sottoporre a sequestro l’area ove insisteva la piantagione stessa, risultata essere composta da 84 piante di marijuana, del valore di mercato stimato in circa duecentomila euro, nonché l’attrezzatura utilizzata per l’irrigazione e la cura delle piante. L’attività di servizio svolta testimonia il costante presidio esercitato dalla Guardia di Finanza partenopea sul territorio, sia con il dispositivo aereo che con quello terrestre, a salvaguardia delle leggi vigenti ed a contrasto di un fenomeno connotato da forte e particolare pericolosità sociale quale la coltivazione di cannabis.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Individuato Adblock




Per visualizzare il sito
Disattiva AdBlock

L'Occhio Network è un giornale gratuito e per coprire le spese di gestione la pubblicità è l'unica fonte di sostegno.
Se vuoi che L'Occhio Network continui ad essere fruibile gratuitamente non bloccare le pubblicità.
Grazie di supporto