Economia

Piattaforme di trading sicure: caratteristiche e regolamentazioni

Investire nel trading può esporre a rischi considerevoli se ci si affida a una piattaforma sbagliata: per questo abbiamo deciso di chiedere alcuni suggerimenti agli specialisti del sito migliorbrokerforex.net, una vera autorità in materia.

Quali sono gli aspetti che è necessario tenere in considerazione per la scelta di una piattaforma di trading?

La popolarità, di sicuro, ma anche il livello di regolamentazione e la qualità del servizio clienti che viene messo a disposizione. Non bisogna dimenticarsi, poi, di prestare attenzione alla tempestività e alla trasparenza con le quali vengono effettuati i pagamenti. Sono questi i fattori da valutare, e su cui basarsi, per riuscire a individuare una piattaforma di trading che non solo operi in modo legale, ma che garantisca anche i più alti standard di affidabilità e sicurezza. Come dimostrano le truffe smascherate da migliorbrokerforex, spesso si cade vittima di frodi perché ci si lascia allettare dalla promessa di guadagnare un sacco di soldi nel giro di poco tempo, e magari anche senza fare fatica. Ovviamente non è così: i miracoli non esistono, e non si diventa ricchi da un mese all’altro senza costanza, impegno e formazione.

Che errori vengono commessi dai principianti?

A volte ci si registra presso un certo broker per il semplice motivo che si è stati invitati a farlo da qualcuno: non sono rare, infatti, le telefonate che provengono da call center attraverso le quali si consiglia a chi risponde di iscriversi a una piattaforma per iniziare a guadagnare. I broker seri sono quelli che mettono a disposizione gli strumenti che permettono di fare trading, ma non possono promettere guadagni certi. Nessuno è in grado di garantire profitti sicuri, per ottenere i quali occorrono studio, saggezza e, perché no?, un pizzico di fortuna.

Il servizio clienti è importante per una piattaforma di trading?

Certo che sì: se si prendono in esame gli standard attuali, risulta evidente che un broker per poter essere ritenuto affidabile deve essere in grado, tra l’altro, di assicurare un servizio clienti il più possibile soddisfacente. Basti pensare alle chat live di assistenza, che attualmente vengono messe a disposizione da tutte le piattaforme di trading migliori. Grazie ad esse, il servizio clienti può essere contattato in qualsiasi momento, e gli utenti hanno l’opportunità di conversare dal vivo in chat per esporre i propri dubbi, per trovare una soluzione a un problema o per ottenere in tempo reale una risposta a un quesito.

Come sono cambiate le cose rispetto a qualche anno fa?

Si può dire che ci sia stata, da questo punto di vista, una vera e propria rivoluzione di cui hanno beneficiato tutti i trader. In effetti, fino a pochi anni fa, se e quando si aveva bisogno di assistenza si era costretti a scrivere un messaggio di posta elettronica e poi ci si metteva in attesa di una risposta nella speranza che prima o poi sarebbe giungo un feedback. Oggi la situazione è molto diversa, ed è un bene che sia così, anche perché spesso il trading fa sorgere dubbi o domande che necessitano di una risposta immediata. Questo non vuol dire che ci si possa rivolgere al servizio clienti per ogni minima perplessità. Insomma, non si deve certo scrivere in chat per chiedere consigli sugli investimenti da compiere!

Per quel che riguarda la regolamentazione delle piattaforme, invece, che cosa ci potete dire?

La regolamentazione merita di essere considerata uno strumento di controllo più che valido, anche dal punto di vista dei pagamenti. Infatti, qualora un broker non dovesse provvedere al saldo degli importi dovuti nel corso della propria ordinaria attività, non solo verrebbe multato, ma finirebbe anche per essere bandito e chiuso. EToro è uno dei broker migliori da questo punto di vista, ma lo stesso discorso si può fare anche per Plus500: e non è un caso che il primo sia partner della Juventus, mentre il secondo sponsorizzi l’Atletico Madrid. Qui non è una questione di tifo, ovviamente, ma solo la dimostrazione di società serie che collegano il proprio nome a broker affidabili.

In sintesi, che consigli date a chi vorrebbe iscriversi per la prima volta a una piattaforma di trading?

Può essere comodo privilegiare i broker che permettono di eseguire prelievi e di depositare denaro con la Postepay: si tratta di un sistema di pagamento che i trader neofiti usano di frequente nel nostro Paese. Non mancano, comunque, le alternative tra cui scegliere: basti pensare a Skrill, a Neteller e a Paypal, che sono tutti portafogli elettronici, e ovviamente ai bonifici e alle carte di credito, che sono metodi più classici. Insomma, quando un broker è molto famoso si può dire di avere a che fare con un ottimo punto di partenza. Nel caso in cui si abbia a che fare con un broker di cui non si è mai sentito parlare, forse è il caso di rivolgere la propria attenzione altrove.

Articoli correlati

Back to top button

Individuato Adblock




Per visualizzare il sito
Disattiva AdBlock

L'Occhio Network è un giornale gratuito e per coprire le spese di gestione la pubblicità è l'unica fonte di sostegno.
Se vuoi che L'Occhio Network continui ad essere fruibile gratuitamente non bloccare le pubblicità.
Grazie di supporto