Picchiava e maltrattava alunno di 6 anni, maestra patteggia un anno e sei mesi

Contestati all'insegnante episodi di maltrattamento perpetrati ai danni di diversi alunni: strattoni, schiaffi ed espressioni forti contro i bambini

Picchiava e maltrattava alunno di 6 anni, maestra patteggia un anno e sei mesi. Questa la sentenza emessa da parte del Gup del Tribunale di Nocera Inferiore, Luigi Levita. La maestra originaria di San Marzano sul Sarno era stata già sospesa dal Gip su richiesta della Procura nocerina nel corso dell’indagine, partita nel febbraio 2017 a seguito della denuncia dei genitori di un bambino di 6 anni, ed era in servizio presso l’istituto Carlo Collodi di via Filettine, il terzo circolo didattico paganese.

Picchiava e maltrattava alunno di 6 anni, maestra patteggia un anno e sei mesi

Contestati all’insegnante di 42 anni episodi di maltrattamento perpetrati ai danni di diversi alunni: strattoni, schiaffi ed espressioni forti adoperate contro i bambini, e in particolare contro un bambino di 6 anni. Un comportamento contrario al ruolo di educatrice.

Dopo aver ricevuto il provvedimento interdittivo, la maestra, tramite i suoi legali di fiducia, aveva presentato istanza di ammissione alla pena concordata di otto mesi con riconoscimento della responsabilità. Istanza rigettata dal Gip lo scorso mese di gennaio.

La denuncia

Tutto parte dalla denuncia del padre di un bimbo di 6 anni, il quale raccontò dell’aggressività della maestra alla polizia del commissariato di Salerno, con il fascicolo d’inchiesta aperto dalla Procura di Nocera Inferiore. Denuncia a cui fu dato subito seguito attraverso l’installazione di una telecamera all’interno della classe.

Le sequenze video acquisite sono state determinanti nell’evidenziare il comportamento inusuale dell’insegnante. Un atteggiamento che la maestra teneva all’interno dell’edificio scolastico durante l’esercizio delle sue funzioni. I bambini che avevano subito i comportamenti violenti dell’insegnante all’epoca dei fatti si trovavano in una classe prima, composta per lo più da bambini di cinque e sei anni.

Furono proprio i piccoli studenti a far uscire fuori dalle mura scolastiche i comportamenti violenti della loro insegnante.

TAG