Piovono soldi sulle scuole di Capaccio

In arrivo centinaia di migliaia di euro per le scuole di Capaccio.

CAPACCIO. In arrivo oltre 300mila euro nelle casse del Comune per interventi edilizi nelle scuole. Ad erogarli è la Regione Campania.

I fondi stanziati sono destinati a coprire le spese dei lavori effettuati in questi anni alla scuola materna e primaria di Borgonuovo 87.547,75 euro, alla scuola materna di Capaccio Scalo 84.972,81 euro, alla scuola primaria della Laura 56.648,54 euro, alle scuole materna e secondaria del capoluogo 52.786,14 euro e alla scuola primaria in località Tempa San Paolo 28.324,27 euro. Si tratta di lavori già eseguiti a spese del Comune, che con l’arrivo di questo finanziamento, che l’ente ha rischiato di perdere tra il 2009 e il 2010, potranno essere destinati anche a servizi per i cittadini.

Sono fondi che vengono stanziati ogni anno dalla Regione Campania, attraverso la legge 23/96, ma che il Comune di Capaccio Paestum è riuscito a recuperare. Il finanziamento è stato ottenuto grazie all’interessamento dell’assessore alla Pubblica Istruzione Eustachio Voza, che nell’estate del 2012 ha verificato che la documentazione presentata negli anni precedenti era parziale ed ha provveduto immediatamente a richiederne l’integrazione.

«La scuola è pilastro di ogni comunità. All’Ente locale è affidato il gravoso compito di garantire strutture e servizi, ma il benessere dei bambini e la loro sicurezza deve essere sempre al primo posto, anche a costo di effettuare di sacrifici ed anticipazioni, salvo poi impegnarsi ad avere i previsti ristori», afferma l’assessore Eustachio Voza.

«Si tratta della conferma che lavorando con scrupolosità i risultati arrivano e si vedono – Afferma il sindaco Italo Voza – Infatti, così è stato possibile recuperare una cifra importante che andrà a rimpinguare le casse comunali consentendoci di utilizzare i fondi anticipati per erogare servizi ai cittadini».

«Il recupero di questi fondi anticipati è forte e definitiva dimostrazione che lavorare con serietà ripaga anche nella gestione di un patrimonio edilizio scolastico enorme e, purtroppo, affatto moderno come quello di Capaccio Paestum – conclude l’assessore Voza – Permettetemi, infine, un sincero ringraziamento agli uffici e a quanti hanno collaborato per ottenere questo importantissimo risultato e stanno lavorando per proporre la necessaria razionalizzazione del sistema scolastico locale, già allo studio di questo assessorato sulla base delle linee guida ministeriali dello scorso aprile».

TAG