Più Europa, sabato il varo del sovrappasso ferroviario

BATTIPAGLIA. Nell’ambito dell’esecuzione dei lavori del “Centro Integrato di Interscambio Modale per il Trasporto delle Persone”, progetto portante del Programma PIU EUROPA della Città di Battipaglia, cofinanziato con fondi comunitari, regionali, comunali e privati, tra la sera di sabato 18 marzo e la mattina di domenica 19 si procederà al varo del previsto sovrappasso ferroviario. A tal […]

BATTIPAGLIA. Nell’ambito dell’esecuzione dei lavori del “Centro Integrato di Interscambio Modale per il Trasporto delle Persone”, progetto portante del Programma PIU EUROPA della Città di Battipaglia, cofinanziato con fondi comunitari, regionali, comunali e privati, tra la sera di sabato 18 marzo e la mattina di domenica 19 si procederà al varo del previsto sovrappasso ferroviario.

A tal fine Ferrovie dello Stato ha programmato due interruzioni totali della stazione di Battipaglia, la prima della durata di sei ore tra le ore 21:50 del 18 marzo e le ore 3:50 del 19 marzo, la seconda della durata di tre ore tra le ore 23:15 del 19 marzo e le ore 2:15 del 20 marzo.

La struttura verrà posizionata, nei pressi della stazione ferroviaria, sull’area dell’ex scalo merci e avrà la funzione di collegare il costruendo parcheggio d’interscambio con annesso terminal bus con la stazione ferroviaria, nonché le due parti della città a monte ed a valle del fascio di binari.

La struttura, in carpenteria metallica interamente assemblata e collaudata a terra, è lunga 102 metri e sarà posta in opera, senza appoggi intermedi, su due spalle distanti fra loro 90 metri. Per le complesse operazioni di varo la zona sarà illuminata a giorno e verranno utilizzate due autogru di grandi dimensioni, con altezza da terra di 75 e 55 metri.

«Si tratta di una importante infrastruttura pubblica che avrà un impatto importante per lo sviluppo della nostra città e dell’intera Piana del Sele – afferma la sindaca Cecilia Francese -. Si completerà il ciclo delle iniziative per rendere Battipaglia il centro dell’economia della Piana del Sele. Di pari passo con il riconoscimento di Area di Crisi Industriale, con il potenziamento delle infrastrutture viarie a servizio dei viaggiatori e delle aziende, e il progetto di riqualificazione della fascia costiera. E’ uno dei nostri obiettivi e sarà accompagnato dalle azioni che pure stiamo mettendo in campo per ottenere il terminal bus nei pressi dell’uscita autostradale e il potenziamento delle corse sia su ferro che su gomma».

All’evento di sabato parteciperanno gli amministratori cittadini e rappresentanti istituzionali con in testa la prima cittadina Cecilia Francese.

TAG