Cronaca

Salerno, dopo la mareggiata di plastica interviene “Voglio un Mondo Pulito”

Persiste l’emergenza plastica nel mare di Salerno. La mareggiata di domenica sera ha fatto emergere una situazione a dir poco drammatica dal punto di vista ambientale: complice il maltempo, lo specchio d’acqua del porto commerciale è stato invaso da bottiglie di plastica che col passare dei giorni sono finite tra i frangiflutti.

Plastica nel mare di Salerno, la situazione

Mentre in estate i cittadini sono spesso costretti a fare i conti con il mare sporco e maleodorante, un’altra emergenza attanaglia le acque di Salerno, ovvero l’ingombrante presenza di bottiglie ed altri recipienti di plastica presenti sul fondale marino.

L’intervento di “Voglio un Mondo Pulito”

Questa mattina Ciccio R. e Alfonso B., due giovani volontari di “Voglio un Mondo Pulito” hanno perlustrato l’area interessata dalla mareggiata di domenica ritrovandosi davanti ad uno scenario a dir poco pauroso. I canali tra i frangiflutti erano – e lo sono ancora – invasi da bottiglie di plastica.

I due volontari ne hanno rimosse molte ma purtroppo non basta. Serve un intervento mirato oltre ad una maggiore coscienza del problema legato all’utilizzo della plastica ed alle sue conseguenze.

 

Paolo Siotto

Giornalista pubblicista dal 2015, collabora per l'Occhio da giugno 2019 dopo diverse esperienze con testate locali tra cui il quotidiano Metropolis. Redattore per SalernitanaNews, nel tempo libero ama dedicarsi alla buona musica.

Articoli correlati

Back to top button