CronacaPolitica

Politica e camorra a Pagani, l'ex sindaco Gambino interrogato per 4 ore

PAGANI. Il consigliere regionale Alberico Gambino, ex sindaco di Pagani, è stato interrogato per oltre 4 ore nel processo d’appello ‘Linea d’ombra’. Un interrogatorio preparato scrupolosamente insieme ad i suoi avvocati Giovanni AnnunziataAlessandro Diddi nel quale sono state elencate delibere, atti consiliari e date che nei prossimi giorni saranno depositati ai giudici della Corte d’Appello di Salerno.

Gambino ha cercato di smentire le accuse della Procura e dei pentiti: «È falso che nel 2002 Michele D’Auria Petrosino abbia fatto la campagna elettorale per me, neanche lo conoscevo» E poi, il famoso abbraccio del Palazzurro nella campagna per le regionali del 2010: «Si è detto del famoso abbraccio. Ho visto la foto del mio abbraccio con Nicola Cosentino, Michele D’Auria Petrosino era sullo sfondo appoggiato a un muro».

L’ex sindaco poi prova a smontare la tesi dei collaboratori di giustizia: «Sandro Contaldo lo conoscevo perché nel 1995 fece un’estorsione a mio padre, ed è l’unico che ho conosciuto». E ancora: «Gianluca Principale sostiene che io e D’Auria eravamo sempre insieme, che al Palazzurro D’Auria era quasi un protagonista: è una storiella. Principale sbaglia anche la data, dice che era il 2007. Non ho mai fatto cene e pranzi con Petrosino». Infine aggiunge: «Nel 2007 sono stato eletto con circa l’80% dei voti, in campagna elettorale incontravo tantissima gente, non potevo stare più di 5, 10 minuti nello stesso posto, non avevo tempo per pranzi e cene». E Antonio Petrosino D’Auria? «L’ho conosciuto nel 2011 in caserma quando sono stato arrestato».

FONTE: LA CITTà

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button