Cronaca
Trending

Omicidio di Angelo Vassallo, la vera storia del sindaco “pescatore” ucciso 12 anni fa

Omicidio di Angelo Vassallo a Pollica, la vera storia del sindaco ucciso 12 anni fa: piste, misteri e chi sono gli indagati oggi

Sono già trascorsi 12 anni dall’omicidio del sindaco di Pollica, Angelo Vassallo. Un delitto rimasto ancora senza colpevoli e senza movente. Tante le ipotesi e qualche indagato, ma ancora oggi non c’è nessuna risposta. L’ex primo cittadino del comune cilentano, da tutti conosciuto come il sindaco pescatore, fu ucciso in circostanze ancora da chiarire, la sera del 5 settembre 2010, intorno alle 22:15 ad Acciaroli (frazione di Pollica), mentre rincasava alla guida della sua automobile.


Leggi anche:


omicidio angelo vassallo storia


La storia di Angelo Vassallo, l’omicidio e cos’è successo in 12 anni di misteri

Quella sera Vassallo stava rientrando nella sua casa ad Acciaroli, frazione di Pollica, quando attorno alle 22.15 vengono esplosi nove colpi di pistola, sette dei quali a segno e che non gli lasciano scampo. Si segue subito la pista della camorra: Vassallo potrebbe essere stato punito perché oppostosi a pratiche illegali. In particolare, si inizia a pensare ad un collegamento con le azioni svolte da Vassallo a tutela dell’ambiente e che coinvolgevano il porto locale, il cui controllo per i clan era essenziale per il commercio di droga. Proprio contro la droga che stava “invadendo” la sua città aveva intrapreso una battaglia, e questo potrebbe aver decretato la sua condanna a morte.

Le indagini

Il 25 marzo 2015 Bruno Humberto Damiani è unico indagato per l’omicidio di Angelo Vassallo. Nel luglio del 2018, otto anni dopo, il pm Leonardo Colamonici ha notificato un avviso di garanzia per rendere interrogatorio da indagato per l’omicidio a Lazzaro Cioffi, il carabiniere colluso con il clan Caivano per averne protetto le attività di narcotraffico. Cioffi dal 1991 fino a pochi mesi prima di essere arrestato ha lavorato nel nucleo investigativo di Castello di Cisterna. Quindi ne faceva parte anche il 5 settembre del 2010.

Esequie e tributi

Le esequie di Vassallo, che lascia una moglie e due figli, si sono tenute il 10 settembre a Acciaroli, la frazione di Pollica che ospita il porto, officiate dal vescovo di Vallo della Lucania Giuseppe Rocco Favale alla presenza di numerose autorità nazionali e locali, tra cui il presidente della regione Campania Stefano Caldoro, il ministro dell’ambiente Stefania Prestigiacomo e il leader del PD Pier Luigi Bersani, nonché il leader di Sinistra Ecologia Libertà e presidente della regione Puglia Nichi Vendola.

Il parlamento europeo ha decretato un minuto di silenzio in omaggio a Vassallo, e il presidente dell’assemblea Jerzy Buzek ha ricordato che il sindaco è «…stato ucciso dalla camorra…» e che «…la sua morte non deve passare invano».

Dalla morte di Vassallo, vi sono stati diversi tributi in suo onore.

  • Nel 2010 Angelo Vassallo è nominato uomo dell’anno da parte della redazione di Rainews24.
  • Dal 2015 al 2018 è in scena un monologo teatrale Il sindaco pescatore, interpretato da Ettore Bassi, per la regia di Enrico Maria Lamanna e i testi di Edoardo Erba e Dario Vassallo, liberamente tratto dal libro omonimo dello stesso Vassallo.
  • Nel 2016 il cantautore cilentano Giancarlo Di Muoio incide la canzone Il sindaco pescatore, ispirata alla figura di Angelo Vassallo.
  • Nel 2016 è trasmesso su Rai 1 Il sindaco pescatore, film tv di Maurizio Zaccaro, con Sergio Castellitto e Renato Carpentieri, dal libro omonimo di Dario Vassallo.
  • Ad Angelo Vassallo, il professor Petrillo, autore del dossier di candidatura de La dieta mediterranea all’Unesco e capo delegazione italiano, dedica il riconoscimento dato dall’UNESCO alla Dieta Mediterranea, primo stile di vita alimentare ad essere proclamato, il 16 novembre 2010, patrimonio culturale immateriale dell’umanità UNESCO.
  • Gli è dedicato il film di Luca Miniero Benvenuti al Sud, 2010, con Claudio Bisio protagonista.
  • È organizzata in sua memoria una diretta web e televisiva] per ricordarne la persona e per discutere di lotta alle mafie.
  • Riccardo Iacona, il 30 gennaio 2011, nella prima puntata del suo programma Presa diretta su Rai 3, intitolata La bella politica, prova a fare il punto sulle indagini legate all’omicidio del sindaco.
  • Angelo Vassallo è ricordato il 21 marzo 2011 nella Giornata della Memoria e dell’Impegno di Libera, la rete di associazioni contro le mafie, che ogni anno in questa data legge il lungo elenco dei nomi delle vittime di mafia e fenomeni mafiosi.
  • Il giornalista Luca Pagliari idea uno spettacolo che ne racconta la storia e il coraggio dell’onestà. Lo spettacolo è rappresentato per la prima volta a Castiglione del Lago (Perugia) il 26 agosto 2011, a pochi giorni dal primo anniversario del suo assassinio.
  • A settembre 2011, in occasione del primo anniversario della sua morte, è conferito il Premio Speciale della Giuria Sele d’Oro Mezzogiorno per la Sicurezza, la Legalità, la Tolleranza e la Pace alla memoria di Angelo Vassallo.
  • Il 25 marzo 2012, la Fondazione che porta il suo nome è insignita del Premio Roberto I Sanseverino, organizzato da La Magnifica Gente dò Sud e dalla città di Mercato San Severino.
  • Il 23 aprile 2013 viene citato nella serie tv Benvenuti a tavola.
  • Viene citato nella canzone AltrItalia, dell’album Sul tetto del mondo (2011), dei Modena City Ramblers.
  • Gli viene dedicata una sala del ristorante La Tela (bene confiscato alla criminalità organizzata), nel comune di Rescaldina.
  • Alla sua memoria sono intitolati alcuni luoghi e istituzioni pubbliche:
    • una piazza nel comune di Massa e Cozzile (10 marzo 2012);
    • l’appartamento di viale Adamello a Lecco confiscato alla ‘ndrangheta e destinato all’housing sociale (21 marzo 2012);
    • il circolo locale del PD e un parco pubblico nel comune di Botticino (rispettivamente 30 aprile 2011 e 2 giugno 2012);
    • il molo del porto turistico di Finale Ligure (23 agosto 2012);
    • una strada a San Mauro Cilento (1º settembre 2013);
    • la biblioteca di Montopoli di Sabina (4 aprile 2014);
    • un parco nella frazione Osteria Nuova del Comune di Sala Bolognese in provincia di Bologna (21 marzo 2016);
    • un parco giochi per bambini ad Aielli (Aq), paese montano dell’Abruzzo con cui il comune di Pollica costituì un gemellaggio proprio negli anni del compianto sindaco Angelo Vassallo (14 maggio 2016);
    • un parco pubblico nel comune di Ladispoli (10 novembre 2019);
    • un parco pubblico nel comune di Casalnuovo di Napoli (30 luglio 2020);
    • una piazza nel comune di Greve in Chianti (5 settembre 2020);
    • il giardino della scuola media del comune di Rosolina (3 luglio 2021);
  • Il 15 dicembre 2018 è stato presentato il docu-film Il coraggio nel cambiamento;
  • Il 5 settembre 2020 gli studenti del Liceo A.F. Formiggini di Sassuolo completano un’opera dedicata a Vassallo e alle altre vittime innocenti di mafia presso il porto di Acciaroli.
  • Il 6 settembre 2020 gli viene dedicata una targa alla memoria, posta sull’Eremo di Sant’Angelo a 180 metri s.l.m. nel comune di Sant’Egidio del Monte Albino.

Il film “Il sindaco pescatore” dedicato a Vassallo

Nel 2016 la sua storia viene raccontata nel film per la tv “Il sindaco pescatore”: il ruolo di Angelo Vassallo venne affidato a Sergio Castellitto, con la regia di Maurizio Zaccaro, e lascerà il segno. Alla prima messa in onda, l’8 febbraio 2016, ottiene quasi il 30% di share su Rai Uno, con oltre 7 milioni di spettatori.


omicidio angelo vassallo storia


 

Articoli correlati

Back to top button