Cronaca

Porto di Salerno, nascosti in un rimorchio frigorifero: respinti 3 tunisini

Serrate, le operazioni di prevenzione e repressione dell’immigrazione clandestina del personale della Polizia di Frontiera Marittima

Le operazioni di prevenzione e repressione dell’immigrazione clandestina poste in essere dal personale della Polizia di Frontiera Marittima ed Aerea di Salerno, insieme con la locale Agenzia delle Dogane e con le altre Forze di Polizia, hanno permesso di respingere e rimpatriare tre clandestini tunisini.

Nascosti nel rimorchio frigorifero: respinti 3 tunisini al Porto di Salerno

Nel corso della mattinata infatti agenti Polizia di Stato hanno aperto un rimorchio frigorifero appena sbarcato dalla motonave Catania, giunta nel porto commerciale, che secondo la bolla doganale avrebbe dovuto contenere dei fusti di alici.

Dopa aver rotto i sigilli alla presenza del personale dell’Agenzia delle Dogane e della Guardia di Finanza, gli uomini della Polizia di Frontiera di Salerno hanno scoperto tre clandestini, sprovvisti di documenti, provenienti dalla Tunisia, di 26, 25 e 22 anni di tra cui uno già respinto il 13 luglio 2019 dalla Polizia di Frontiera Marittima di Genova.

Il provvedimento

II tempestivo intervento del personale dipendente preposto ai controlli anti immigrazione clandestina ha consentito il fermo per identificazione degli stranieri, i quali, dopo il controllo sanitaria da parte del personale del 118, del medico dell’USMAF (Ufficio Sanitario Frontiera Marittima ed Aerea) e dei sanitari della locale ASL, venivano immediatamente respinti, previo foto segnalamento, con contestuale affido al comandante della motonave Catania, nave con la quale erano giunti in Italia e con la quale faranno immediato rientro in Tunisia.

Articoli correlati

Vedi anche
Close
Back to top button