Cronaca

“Le donne potranno scaldare i biberon”: il sindaco di Pontecagnano accusato di sessismo

Post sessista, il sindaco di Pontecagnano nella bufera per un post pubblicato sui social per annunciare l'inaugurazione della panchina smart

Polemiche a Pontecagnano Faiano per un post tacciato come sessista del sindaco Giuseppe Lanzara. Un post con cui il primo cittadino annunciava sui social l’inaugurazione della prima panchina smart nel suo territorio comunale.

Post sessista, sotto accusa il sindaco di Pontecagnano

“Nell’attesa degli autobus gli studenti potranno ricaricare il cellulare, i lavoratori potranno collegare i loro pc e le donne scaldare i biberon” ha scritto il sindaco Lanzara. Proprio l’ultima parte del post è finita nel mirino di molti cittadino. Il circolo locale di Possibile – come riportato dall’edizione odierna de Il Mattino – ha attaccato: “Quando supereremo questa concezione maschilista della donna e il modo stereotipato con cui si cerca di rappresentare la società? Nella Pontecagnano Faiano del 2023 vorremmo un* sindac* che scrivesse: i nonni possono ricaricare i cellulari, le lavoratrici possono collegare i pc e i padri possono riscaldare i biberon”.



La replica

Il sindaco Lanzara ha risposto: “Tutti conoscono il mio pensiero: le donne sono il motore del mondo e sono sempre un passo avanti a noi uomini. Non credo di dover spiegare che scaldare il biberon va a rispondere all’esigenza dei genitori che viaggiano coi mezzi pubblici e che per lavoratori si intendono sia uomini che donne”.



Nella mattinata di oggi, mercoledì 23 marzo, il primo cittadino ha pubblicato una foto nel tentativo di chiudere la polemica: “Quando i miei bambini erano più piccoli scaldavo il biberon, ora che sono cresciuti la mia specialità è fare la spremuta d’arancia; frutta rigorosamente del nostro territorio. Mi diverte “servire” mia moglie e i miei figli, questo mi rende felice. Mi piacerebbe avere più tempo da dedicare loro”. Mary Wollstonecraft, fondatrice del femminismo liberale, dice: “Vorrei che le donne avessero potere non sugli uomini, ma su loro stesse”.

Articoli correlati

Back to top button