Curiosità

Il principe Alberto di Monaco a Campagna: ecco tutti i dettagli

CAMPAGNA. Il principe Alberto di Monaco tornerà a Campagna, mercoledì prossimo, per una visita di Stato. Dopo ventuno anni, varcherà nuovamente le «mura» di quello che è stato un glorioso feudo dei Grimaldi tra il 1532 e il 1641.

Ieri pomeriggio l’annuncio ufficiale di questa visita molto attesa, che cade nell’anno in cui si celebrano i 500 anni del titolo di città. Era il 1518, infatti, quando fu firmata la bolla papale che dette il titolo di città a Campagna e 14 anni dopo la città divenne un feudo dei Grimaldi. Le celebrazioni ufficiali, dunque, si arricchiscono con questa presenza importante e particolarmente gradita. Lo racconta Il Mattino.

Il principe Alberto di Monaco a Campagna: ecco tutti i dettagli

1997 : Alberto di Monaco, da principe ereditario, varca per la prima volta a Campagna. Dopo un anno e mezzo di continui contatti ed un rapporto che si è stretto sin dagli anni ’90 con la città, finalmente Alberto ritorna nella città da sovrano. Grazie soprattutto a Maurizio Ulino, storico di Campagna e soprattutto storico ufficiale dei Grimaldi, studioso della vita e delle attività del Principato, autore di molte pubblicazioni, si è tessuta una rete di relazioni che ha condotto a questa visita.

Il principe arriverà nel primo pomeriggio e visiterà le testimonianze grimaldine che ancora oggi si ergono a Campagna. Una visita che partirà dal convento di San Bartolomeo, sede del Museo della memoria e della pace, per poi giungere nel centro storico.

La soddisfazione del sindaco Monaco

Dice il sindaco Roberto Monaco: «È un grande onore per la città accogliere un simbolo della nostra storia. Da molto tempo i rapporti con il principe sono intensi e stretti e questa visita completa un percorso di vicinanza, sancito anche dall’entrata di Campagna tra i 110 siti dei Grimaldi in Europa, luoghi che ricordano ancora oggi la loro presenza».

La visita di Alberto di Monaco, che vedrà una stretta cerimonia rigorosa per presenze, orari e attività, è stata tenuta nascosta fino all’ultimo per ragioni di sicurezza, anche se l’invito a visitare Campagna era stato inoltrato al Principato un anno e mezzo fa. Continua il sindaco: «Durante questo periodo tante sono state le interlocuzioni ed i rapporti che hanno consentito di rinsaldare la vicinanza e l’amicizia».

Articoli correlati

Back to top button