Cronaca

Prodotti caseari venduti in nero: due arresti

Prodotti caseari rivenduti in nero nel Vallo di Diano e in Toscana.

I Carabinieri della stazione di Sala Consilina hanno così arrestato due persone con l’ipotesi d’accusa di truffa in concorso e appropriazione indebita.

I due, in pratica, rivendevano in nero i loro prodotti, truffando i datori di lavoro. La truffa è stata messa in atto grazie ad un dipendente di un caseificio, addetto al trasporto di latticini e formaggi, che attestava falsamente, con false fatture, lo scarico merci presso un supermercato di Montesano sulla Marcellana, con la complicità di un dipendente del supermercato.

Nei guai anche il titolare di un esercizio commerciale di Sassano e di un paese in provincia di Pisa, entrambi denunciati per ricettazione dopo esser stati trovati in possesso di latticini, per un valore complessivo di circa 16mila euro.
La frode, invece, ammonterebbe a circa 150mila euro. Le persone coinvolte sono finite agli arresti domiciliari in attesa di essere ascoltati dall’autorità giudiziaria del Tribunale di Lagonegro.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Individuato Adblock




Per visualizzare il sito
Disattiva AdBlock

L'Occhio Network è un giornale gratuito e per coprire le spese di gestione la pubblicità è l'unica fonte di sostegno.
Se vuoi che L'Occhio Network continui ad essere fruibile gratuitamente non bloccare le pubblicità.
Grazie di supporto