Senza categoria

Prodotti contraffatti, blitz della Guardia di Finanza a Sarno e Scafati

Blitz della Guardia di Finanza della compagnia di Scafati nell’Agro nocerino sarnese per la repressione di traffici illeciti e la contraffazione dei marchi in genere. Circa 3mila i prodotti appartenenti appartenenti a diverse categorie merceologiche, recanti loghi, personaggi e marchi contraffatti, denunciando a piede libero all’Autorità Giudiziaria due responsabili.

In particolare a Sarno, i militari sono intervenuti nell’area mercantile, sorprendendo un cittadino extracomunitario intento alla vendita di scarpe e cover per telefonini recanti marchi riprodotti illecitamente, quali Nike, Adidas, Timberland, Fred Perry e Walt Disney, con susseguente denuncia dello stesso per detenzione per la vendita di prodotti recanti marchi contraffatti e ricettazione.

Nel secondo intervento, eseguito questa volta presso un’attività commerciale sita nel centro cittadino di Scafati, e gestita da un cittadino cinese di 35 anni, i finanzieri hanno sottoposto a sequestro altri 2.500 prodotti, ovvero giocattoli, gadget vari, articoli di cancelleria ed accessori d’abbigliamento, recanti personaggi di fantasia, loghi e marchi conosciuti ai bambini ed ai teenager (Violetta, Dragon Ball, Hello Kitty, Ben Ten, Barbie, etc.), palesemente contraffatti.

Presso il negozio, inoltre, i militari hanno rinvenuto anche talune confezioni di prodotti alimentari ad uso pasticceria, prive delle informazioni di base da rendere al consumatore (ditta produttrice, ingredienti, modalità di conservazione, etc.) e, pertanto, oltre ai reati attinenti la vendita di merce contraffatta e ricettazione, sono stati contestati al responsabile anche illeciti in materia di detenzione e vendita di prodotti alimentari non genuini.
Le due operazioni di sevizio confermano l’impegno nel controllo economico del territorio da parte del Comando Provinciale di Salerno e l’attenzione rivolta ad un fenomeno in continua evoluzione che, nelle sue molteplici manifestazioni e forme, sembra non conoscere crisi, anche in ragione dell’attuale difficile congiuntura economica che, spesso, induce il consumatore all’acquisto di merce a basso costo, incurante delle caratteristiche qualitative e di sicurezza del prodotto stesso.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button